Il secondo Consiglio comunale dell’era Pugliese ha detto che, molto probabilmente, e per quanto si è ampiamente evinto, che le “prove tecniche di governo” non sono ancora finite…Forse neanche iniziate.
L’appunto, puntuale ed inevitabile, non è naturalmente generalizzato, ma sofferma la nostra curiosa ed interessata attenzione, sull’improvvisazione, sull’approssimazione, sulla carenza di informazioni e contenuti, forniti e ricevuti, ed anche su qualche fantozziana gaffe di troppo, palesata nello “straordinario” Consiglio comunale di sabato.

Ad un certo punto, ci siamo chiesti chi era chi e viceversa. Crisi d’identità, di nervi o confusione più o meno totale?

E fortuna ha voluto che lo straordinario ordine del giorno fosse piuttosto ridotto, (aeroporto-stadio), già artatamente costruito, e quindi di facile comprensione e consumo.

Altrimenti avremmo fatto mezzanotte.

Il presidente, (troppo buono o senza regole?), avrebbe bisogno ancora di qualche consiglio, comunale naturalmente per “acclimatarsi” per bene con gli interlocutori: i consiglieri di miggioranza…

Già, una sorta di frutto misto, proprio come il gruppo. 

Solo che in questo Consiglio non ce n’è ancora.

Ma giovani più o meno di belle speranze, belle statuine e signorsi pronti per tutte le occasioni…

Le eccezioni, positive e di livello, ci sono ovviamente. Troppo poche per dire il vero, ma tant’è, e facciamocelo bastare.

Di assessori, in Consiglio, ne abbiamo ascoltati ancora pochi, se non per le quotidiane “competizioni” su social e carta stampata, mentre Ugo, non Fantozzi naturalmente, entra sempre più nel ruolo. 

Ed anche con una certa convinzione e padronanza oseremmo dire…

Sperando che poi però, dal “ruolo”, riesca ad uscirne…

Intanto non sorride quasi piu. 

E questa non solo è una notizia, ma anche cosa buona e giusta.

Il “bilancio provvisorio” è questo.

In attesa di quello che dovrebbe essere votato giovedì prossimo.

Dagli Sculchiani di maggioranza.

Gli altri invece, incazzati per le Commissioni non ancora partite, diserteranno l’aula, o voteranno contro.

Se ne riparlerà, eccome.

P.S. Di “spie” ed elargitori di consigli, fuori luogo ed assortiti, se ne potrebbe anche farne senza.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here