​A proposito di innovazione e trasparenza amministrativa, che lei caro sindaco, insieme alla sua squadra, a suo dire composta da persone “vergini e immacolate”, ha sbandierato ai quattro venti durante la sua fumosa ed artificiosa campagna elettorale, crediamo che i tempi siano ormai maturi per chiedere a lei ed alla sua Giunta comunale, quali sono i criteri, i requisiti ed i principi, in base ai quali procedete con le nomine dei dirigenti, in tutti i contesti che competono al Comune di Crotone.

Ovviamente anche in merito alle nomine del Cda della partecipata Akrea, una “farsa post elettorale” già annunciata.
Altro che Bando.

A tal proposito, chiediamo che vengano resi pubblici i curricula dei “poveri illusi” che hanno sacrificato i loro anni per studiare, in attesa di un momento cosi importante, puntualmente disatteso.

Ma, “dimenticando” per il momento, nomine e consulenze piuttosto discutibili, moralmente e nel modus operandi delle stesse, chiediamo che venga istituita immediatamente una “Short List” di professionisti, dalla quale attingere, in base a titoli, meriti e competenze, per eventuali incarichi o nomine.

Tutto ciò, nel pieno rispetto dei cittadini e del libero diritto al lavoro, soprattutto nei confronti di tutti quei giovani che vedono puntualmente alienate e mortificate le loro possibilità di impiego, e mortificati sogni e legittime aspettative.

Tutti possono e devono avere una possibilità, anche e soprattutto, tutti coloro i quali non sono figli, fratelli o cugini del “solito potente” di turno.
È ora di finirla caro sindaco.

Se Crotone ed i Crotonesi le sono cosi cari come in tutte le occasioni ama ripetere, lo dimostri con i fatti e con un gesto di onestà moralità e trasparenza, che altro non è che un atto dovuto nei confronti di chi l’ha votata, e, soprattutto, di coloro i quali non l’hanno votata, di chi ancora crede che si possa vivere e lavorare senza dover continuare ad essere rassegnati “vassalli contemporanei”, ancora oggi costretti a piegarsi e ad elemosinare pane e lavoro al “padrone”.

Non dimentichi che lei è e deve essere il sindaco di tutti. 

Non solo degli amici del “grande stratega” di via Roma…

Sergio Torromino

Antonio Argentieri Piuma

Consiglieri comunali
Le Tre Elle

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here