Il 14 novembre in piazza della Resistenza le iniziative per la Giornata Mondiale del Diabete

Riceviamo e pubblichiamo

E’ una malattia subdola, di quelle di cui si parla poco, ma che colpisce oltre tre milioni di persone nel nostro paese: il diabete

La Giornata Mondiale del Diabete, che si tiene il 14 novembre, ha come scopo quello di sensibilizzare le popolazioni sui gravi rischi che comporta questa malattia ormai diventata endemica ma soprattutto sulla necessità di fare prevenzione.

Anche Crotone si schiera tra le “piazze” italiane che ospiteranno iniziative in occasione della Giornata di sensibilizzazione.

Il 14 novembre piazza della Resistenza ospiterà una serie di iniziative che sono state illustrate nel corso di una conferenza stampa che si è tenuta questa mattina nella Sala Consiliare.

Con il sindaco Ugo Pugliese, il presidente dell’Associazione per l’aiuto ai giovani diabetici Enrico Pedace che è anche Consigliere Comunale, il dott. Bonaventura Cretella primario di diabetologia presso l’Ospedale S. Giovanni di Dio, il dott. Nicola Lazzaro endocrinologo e diabetologo presso il reparto di pediatria dell’Ospedale, il dott. Salvatore Pacenza dirigente medico presso la struttura sanitaria cittadina.

E’ dall’associazione “Areteo” per l’aiuto ai giovani diabetici che è partito l’input per prevedere iniziative per la Giornata Mondiale per il Diabete che ha visto come ha dichiarato il presidente Enrico Pedace “immediatamente aderire sia il Comune di Crotone che dai medici che meritoriamente operano presso l’Ospedale. In Piazza della Resistenza saranno allestiti stand dove si daranno informazioni su come prevenire la malattia attraverso stili di vita controllati e sani. Il palazzo Comunale e il monumento a Milone si coloreranno di blu per sensibilizzare i cittadini sul tema

L’amministrazione Comunale, attraverso l’assessorato allo Spettacolo, ha previsto in piazza anche la presenza del gruppo folkloristico Akila di Strongoli.

Il presidente Pedace ha comunicato che anche altri monumenti dei comuni della provincia si coloreranno di blu come a Cutro, Caccuri, Melissa e Cirò Marina.

Aderire alla Giornata mondiale del diabete non è solo doveroso nei confronti di tante persone che soffrono di questa diffusa patologia ma anche e soprattutto un invito a fare prevenzione nei confronti di una malattia che come abbiamo visto colpisce indiscriminatamente tante fasce della popolazione. E’ un invito a non sottovalutare una malattia subdola e che spesso viene relegata in secondo piano nell’attenzione dell’opinione pubblica. Illuminare di blu alcuni luoghi simbolo della città sarà proprio un modo di dire che Crotone in questa battaglia contro questa malattia c’è, intende esserci anche per chiedere che oltre ad accendere i riflettori su questa patologia si adottino a livello le opportune contromosse per combatterla e debellarla” ha detto il sindaco Ugo Pugliese

Il dott. Bonaventura Cretella ha evidenziato i numeri, molto rilevanti sia a livello nazionale, che regionale e provinciale che riguardano i pazienti affetti da diabete, che si distingue in due forme. Molto colpita la fascia di età che va dai 0 ai 18 anni. Il dott. Cretella ha evidenziato come il piano di rientro, riducendo di fatto ad ambulatorio, presso l’Ospedale, la divisione di diabetologia non abbia certo favorito tutti gli sforzi compiuti per assicurare un adeguato servizio a quanti soffrono di questa patologia. Sforzi ed impegno che avevano dato risultati molto rilevanti nel passato.

Ragionamento ripreso dal Dott. Nicola Lazzaro che ha sottolineato che nel corso degli anni si era riusciti a fare in modo che il 90% dei bambini affetti da diabete si curasse presso la struttura mentre prima era molto alta l’emigrazione sanitaria fuori provincia e regione.

Tuttavia come hanno evidenziato i due medici, presso l’Ospedale cittadino si continua, nonostante le difficoltà oggettive, ha fornire una efficace assistenza a quanti sono affetti da diabete.

Il dott. Salvatore Pacenza ha sottolineato l’importanza della Giornata Mondiale che è necessaria per sensibilizzare la gente nei confronti di una malattia ormai endemica. Il dr. Pacenza ha rilevato che purtroppo quest’anno la Regione Calabria non ha trovato i fondi per garantire i campi scuola ai bambini affetti da diabete.

A conclusione della conferenza stampa il sindaco Pugliese, evidenziando l’importanza del servizio sanitario pubblico, ha dichiarato che a breve si terrà la conferenza dei sindaci proprio su questo tema.

LASCIA UN COMMENTO