Riceviamo e pubblichiamo

Ho apprezzato la partecipazione di tanti cittadini, soprattutto di tanti giovani, alla problematica relativa al futuro del nostro aeroporto.

Condivido con piacere e soddisfazione un momento importante di ritrovata unità della comunità rispetto ad un tema che la città sente suo.

Il sindaco è con i suoi concittadini in questa battaglia.

Essere compatti, condividere il pensiero sulla ineluttabilità di non restare isolati dal resto del paese, rafforza e conforta tutti gli sforzi e tutto l’impegno che come amministrazione non sono mai mancati, e mai mancheranno, per consentire a “Crotone di continuare a volare”, come i miei concittadini hanno legittimamente gridato in piazza.

E’ opportuno, a questo punto, che si spinga affinché si accelerino le procedure per la conclusione dell’iter del bando per la gestione dell’aeroporto.

Conclusione che auspichiamo venga adottata prima possibile nell’interesse specifico della mobilità a Crotone, nella sua provincia e nella Calabria nel suo complesso.

Ho ribadito, in più occasioni, di non essere pregiudizialmente contrario ad una gestione unica per i tre aeroporti calabresi.

Non sono contrario se da questa gestione scaturisca la giusta funzionalità degli aeroporti di Lamezia, Reggio e Crotone e sia garantita la stessa dignità ad ogni scalo, non dimenticando la valenza sociale ed economica dell’aeroporto S. Anna.

Non sono contrario, a patto che l’aeroporto di Crotone non sia posto in posizione subalterna, in quanto nello scalo sono riposte le speranze e le prospettive di sviluppo non solo della città ma della sua provincia e di tutta la fascia ionica.

Non possiamo dimenticare i numeri che l’aeroporto di Crotone ha saputo generare in termini di passeggeri e la strategicità che lo scalo assume in una più complessiva visione della mobilità in Calabria.

Non sfugge a nessuno, a questo punto, la necessità che la Regione si doti il prima possibile di un piano dei trasporti che sia funzionale a combattere quell’isolamento atavico della nostra terra al quale contribuiscono non solo le problematiche relative agli aeroporti ma anche quelle relative alla mobilità su rotaia e viaria.

Soprattutto appare fondamentale, per il futuro della mobilità in Calabria, che la Regione sblocchi e metta a disposizione dei territori le risorse comunitarie, disponibili già dal 2014, destinate alle infrastrutture ed ai trasporti, comprese quelle finalizzate agli aeroporti.

La richiesta di non restare isolati è orientata proprio verso questa direzione.

Non mancherà l’attenzione da parte mia sull’andamento delle procedure in corso così come sarà mia cura convocare il tavolo tecnico sui grandi temi che attengono la città che è stato costituito a margine del recente Consiglio Comunale sull’aeroporto.

Confermo ai miei concittadini l’impegno quotidiano affinché l’aeroporto riapra il prima possibile e riprenda l’attività di collegamento aereo come da tutti richiesto ed auspicato.

Ugo Pugliese

Sindaco di Crotone

LASCIA UN COMMENTO