​Riceviamo e pubblichiamo

Ho partecipato questa mattina presso l’Arcivescovado all’ufficializzazione del prestigioso incarico al nostro Maestro orafo Michele Affidato per la realizzazione dei nuovi diademi per la Madonna di Czestochowa in occasione del 300° anniversario della sua prima incoronazione.

Quando nella nostra città entra così forte una ventata di pace è obbligatorio non aprire ma spalancare le finestre del cuore.

La nostra città ha bisogno di momenti come questo per ritrovare innanzitutto serenità e condivisione.

Quando la Casa di Dio incontra le case degli uomini e si propone ad esse con eventi di particolare intensità che esprimendo alto spirito cristiano rappresentano  un nobile momento di aggregazione di cui la comunità avverte il bisogno.

Ho avuto modo di ringraziare i presenti, padre Stanislao Malys, don Serafino Parisi, don Bernardino Mongelluzzi e don Ezio Limina ed in particolare Sua Eccellenza il Vescovo, , per aver coinvolto attraverso la mia persona, la comunità cittadina in una serie di eventi che vedranno Crotone e la sua Chiesa protagonisti insieme al popolo che venera la Madonna di Czestochowa

Eventi di fede, ma anche di riflessione e soprattutto l’opportunità per poter condividere valori comuni ai due popoli che si identificano nella venerazione della Madonna di Capocolonna e nella Madonna di Czestochowa

Aprirsi al mondo attraverso scambi culturali è una delle attività che ci vede impegnati come amministrazione.

Ho proposto che con il gemellaggio tra i due santuari si possa realizzare anche il quello tra le due comunità.

Uno dei primi atti che abbiamo predisposto è stato l’adozione, a cura del Consiglio Comunale, del regolamento per i gemellaggi  nazionali ed internazionali finalizzato a costruire relazioni con altre città e per contribuire a facilitare e sviluppare la conoscenza reciproca, favorire lo scambio di esperienze, promuovere la collaborazione nel campo dell’economia, della cultura, della scuola, della ricerca, dell’università, della sanità e dei servizi sociali, delle politiche ambientali, della mobilità, delle politiche giovanili.

Non mancherà il nostro impegno amministrativo nel valorizzare a pieno e consolidare sul mercato le considerevoli potenzialità del turismo religioso a Crotone sostenendo un’offerta strutturata e competitiva.

Sono poi particolarmente felice che a sancire questo gemellaggio sia un figlio della nostra terra come il maestro Michele Affidato.

Michele alla riconosciuta arte, apprezzata in tutto il mondo, affianca la sua innata passione per la città.

Le sue opere di arte religiosa sono state apprezzate da tanti pontefici così come è apprezzata da tutti l’umanità di questo ragazzo che non ha mai dimenticato le sue radici ma anzi le rafforza con l’impegno quotidiano e con la sua arte.

Ugo Pugliese

Sindaco di Crotone

LASCIA UN COMMENTO