Riceviamo e pubblichiamo

​Su impulso della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Crotone, in data odierna, è stata effettuata la demolizione di alcune strutture abusive in Via Acquabona del comune capoluogo, nel solco di una stretta e condivisa sinergia con il Comune di Crotone, finalizzata al recupero della viabilità urbana.

L’attività è stata seguita, in fase programmatoria ed esecutiva dalla Questura di Crotone, d’intesa con le altre Forze dell’Ordine e col supporto del Comando di Polizia Municipale di Crotone ed è stata quindi realizzata la demolizione di strutture abusive edificate sulla pubblica via da parte di cittadini Rom, al fine di ripristinare la corretta viabilità nella zona.

Si tratta di un segnale estremamente significativo, nel contrasto a condotte contrarie alla legge.

Presso la Questura di Crotone si è svolto, nella giornata del 20 marzo, un tavolo tecnico, al quale hanno partecipato tutte le Componenti istituzionali interessate alle operazioni in argomento.

In precedenza, il 16 marzo, si era tenuta in Prefettura, presieduta dal Prefetto De Vivo, una riunione di coordinamento delle Forze di polizia, finalizzata ad effettuare un dettagliato punto di situazione sugli interventi da effettuare.

La ditta incaricata dei lavori di demolizione dei manufatti abusivi ha terminato le relative operazioni in data odierna.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here