A questo ci hanno portati, a questo ci hanno ridotti.

Al buio. 

Buio pesto, triste, senza via d’uscita.

A Crotone non si vola più. 

Come si fa a volare se non riusciamo a “vedere” a un palmo dal nostro naso?

Non vediamo e non sentiamo più nulla.

Si perché il silenzio quasi totale che accompagna la notte perenne del nostro aeroporto, è maledettamente e schifosamente assordante.

Voci nel deserto, voci stridule e stonate, non bastano, non servono, non incantano più nessuno.

Chi ha la coscienza sporca ha già voltato pagina. Crotone purtroppo no.

LASCIA UN COMMENTO