Non si è auto incensato, né si è lasciato andare a improbabili miraggi politico-amministrativi, né tantomeno a facili promesse il presidente di Akrea Rocco Gaetani, in sede di presentazione del progetto “raccolta differenziata”.

Perché è di questo che stiamo parlando.

Un progetto appena avviato, ambizioso, importante, ma anche pieno di ostacoli e insidie.

“Partiamo lunedi prossimo con tutti i mezzi a disposizione di Akrea, e per prima cosa ci dedicheremo allo svuotamento dei cassonetti già esistenti, che utilizzeremo anche per questo avvio di raccolta differenziata su strada.

Punteremo a raggiungere il 25,1% entro la fine dell’anno, per poi raggiungere il 60% nel 2018. Cosi facendo, eviteremo ulteriori sanzioni da parte della Regione, e risparmiando sui costi in questa prima fase, potremo affrontare poi il porta a porta con più tranquillità.

Presto partiremo anche con una mirata campagna di comunicazione, e stiamo già allestendo il sito, con tutte le informazioni necessarie.

Non sarei sincero se affermassi che sarà tutto facile, perché in realtà cosi non è.

Ecco perché avremo bisogno dell’aiuto e della massima collaborazione di tutti i cittadini. Perché questo è il momento della verità. 

E se tutto andrà per il verso giusto, Crotone farà quel salto di qualità che tutti aspettiamo”.

P.S. Raccolta per strada o porta a porta, cominciamo seriamente a credere che Rocco, onorevole Gaetani abbia pensato, e bene, “intanto cominciamo col ripulire la città…e poi si vedrà”.


E che, di questi tempi, è tanta roba.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here