Raccolta differenziata? Anche i cassonetti possono essere “intelligenti”…

Anche a Crotone.

Dove non arriva l’uomo o chi amministra insomma, può la tecnologia. O viceversa.

Dipende sempre, naturalmente, dai diversi contesti territoriali, e soprattutto da chi gestisce, o dovrebbe gestire la cosa pubblica.

Pubblica: da pubblico, cioè comune, di tutti…

Dunque, partendo da questo semplice e scontato presupposto, non dovrebbe rappresentare impresa titanica o missione impossibile per il Comune, individuare la soluzione ideale, modalità e risorse economiche e umane comprese, affinché anche Crotone possa finalmente essere annoverata fra le realtà che espletano una normale e funzionale raccolta differenziata.

Idee, progettualita, individuazione delle risorse economiche, attraverso progetti co-finanziati dall’Ue, e una mirata e produttiva programmazione,  inevitabilmente accompagnata da una efficace ed intelligente campagna informativa di educazione e sensibilizzazione del cittadino.

Perché ciò che spendi oggi, in termini di mezzi e necessarie attrezzature, lo raccoglierai domani.

La parolina “magica”? Investimenti, dettagliati e lungimiranti.

Nel senso più largo e completo del concetto.

Non occorrono riunioni e tavole rotonde a fiumi, ma solo azioni intelligenti, concrete e soprattutto fattibili in tempi ragionevolmente brevi.

In alcune regioni del nord Italia per esempio, come il Veneto, il Trentino Alto Adige e l’Emilia Romagna, hanno optato, con risultati molto lusinghieri, di ricorrere ad innovativi e rivoluzionari cassonetti definiti “intelligenti”, con tanto di smart card per ogni cittadino.

In pratica, la smart card, simile ad un bancomat, è strettamente personale, e consente al cittadino di aprire automaticamente i diversi cassonetti e poi depositare i rifiuti.

Così facendo, non solo si creano degli ottimi presupposti per aumentare notevolmente la percentuale di raccolta, ma si censisce, e si abitua il cittadino, che differenziare e differenziarsi, non è poi tutta sta cosa.

Meno costi di differimento in discarica, ma anche bollette meno salate…

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here