Cinque ore cinque di riunione, di confronto serrato, ma aperto, stimolante e molto interessante, soprattutto in prospettiva, quello che si è consumato giovedi nella sede dei Demokratici, fra il leader della coalizione Enzo Sculco, e tutta la Giunta comunale, sindaco Pugliese in testa.

Un incontro importante, cercato, costruito, e che, opportunamente scaraventate alle spalle incomprensioni, dissapori e malintesi, ha gettato le basi per una ripresa della attività politico-amministrativa, mirata, concreta, produttiva e molto intensa, che dovrà necessariamente “portare a casa” risultati e risposte che Crotone merita e attende da tempo.

Obiettivo comune e condiviso, quello di ripartire con un piano d’azione già pronto, relativo a problemi e grandi temi quali la bonifica, per la quale si attende l’attuazione del Pob (piano operativo bonifica), l’aeroporto, per il quale il sindaco Pugliese, per non mollare la presa, scriverà una lettera a Sacal, (in pieno caos burocratico), chiedendo specifiche informazioni sulle procedure di ricapitalizzazione, non avendo la stessa Sacal mai pubblicato il bilancio del 2016, né il piano industriale per Crotone.

Poi l’Antica Kroton, i quali fondi, giacciono ancora in qualche cassetto della Regione, causando un effettivo danno economico al territorio crotonese.

A tal proposito, il sindaco sollecitera ufficialmente la Regione, affinché organizzi un tavolo di concertazione, che favorisca lo sblocco di risorse economiche “dimenticate” ormai da un anno.

Il vertice di Via Roma, ha poi affrontato anche attuali temi legati all’occupazione, soprattutto quella giovanile, e alle reali possibilità di crescita e di sviluppo che il turismo potrà consegnare alla città, dopo una stagione più che positiva, nonché 

al Marrelli Hospital, per il quale il Comune si spenderà con grande impegno affinché si riesca a tenere aperta una struttura sanitaria, fondamentale per Crotone ed i crotonesi.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here