Riceviamo e pubblichiamo

Colgo con grande soddisfazione la comunicazione del delegato della Regione per la tutela e promozione dei diritti umani e leader del Movimento dei Diritti Civili Franco Corbelli e del delegato regionale per l’immigrazione Giovanni Manoccio con la quale annunciano che un decreto per la prima anticipazione di un finanziamento complessivo di oltre due milioni di euro sta per essere corrisposto al nostro Comune.

Somme che utilizzeremo non solo per dare una dignitosa sistemazione a quelli che gli stessi delegati regionali hanno definito “i dannati del cavalcavia”, i migranti che periodicamente sono “costretti” a ritornare a Crotone per il rinnovo dei documenti ma anche per dare una risposta alle esigenze abitative e ai bisogni sociali delle fasce deboli della nostra popolazione.

Ringrazio anche per le parole che i delegati hanno riservato alla sottoscritta ed all’amministrazione Pugliese relative alla nostra collaborazione per sbloccare una annosa vicenda.

Collaborazione che ho ritenuto doverosa anche in considerazione del fatto che abbiamo dato alle politiche sociali, attraverso il nostro impegno, una visione il più possibile ampia e che allo stesso tempo coinvolgesse tutte le fasce del bisogno della popolazione ma che affrontasse anche il tema della migrazione che in una realtà come la nostra non può essere posto in secondo piano.

L’impegno comune ci consente non solo di poter prevedere una sistemazione dignitosa per coloro che devono rinnovare i documenti e dunque restare in città per un periodo temporaneo evitando situazioni di disagio e di degrado ma anche di recuperare somme per la città che altrimenti andavano perdute.

Poi l’altro aspetto che considero altrettanto importante e per il quale, come amministrazione siamo fortemente impegnati: quello del recupero per finalità sociali di beni sequestrati alla criminalità organizzata ed inoltre di avere la concreta possibilità di poter ripristinare, attraverso queste somme recuperate, anche strutture da mettere a disposizione non solo dei migranti ma anche per ulteriori finalità sociali relative alla nostra popolazione.

La visione che abbiamo delle politiche sociali è quella di abbracciare tutte le fasce deboli rispondendo ai bisogni di tutti, i crotonesi e di quanti la città accoglie.

Una visione che l’amministrazione Pugliese indirizza nella direzione delle politiche nazionali in materia, sia relative all’utilizzo dei beni confiscati alla criminalità organizzata sia quella sui migranti e che anche a livello territoriale la vede sinergicamente impegnata con la Prefettura.

Abbiamo lavorato a lungo per arrivare a questo obiettivo con numerosi incontri sia a Crotone che a Catanzaro presso la Cittadella Regionale e debbo dare atto di aver trovato nei delegati regionali Corbelli e Manoccio oltre che nel dirigente del dipartimento regionale politiche sociali Antonio De Marco interlocutori attenti e sensibili.

Alessia Romano

Assessore alle Politiche Sociali

LASCIA UN COMMENTO