Ce l’ha inviato una nostra lettrice, con la gentile richiesta di pubblicarlo.

Si tratta del testo di un tormentone estivo, leggermente rivisitato e riadattato al contesto.

L’abbiamo accontentata, perché troppo simpatico e ironico, ma anche abbastanza realistico…


“Hai presente Crotone alle otto di sera?

Intendo quella vera (intendo quella vera)…

Hai presente le fontane, o i portici in piazza,
quelli che non esistono più (quelli che non esistono più)…

E se ti parlo di pioggia, e se poi faccio l’appello, dici che sono depresso, che non sto nel contesto, che profumo di “marcio”…Io?

Ma se ti porto in Sila, mi dici portami in centro, perché lì non c’è campo, poi vai fuori di testa come l’ultima volta, insieme ai tuoi cari amichetti, dopo la riunione col capo…

Siamo l’esercito del selfie, di chi si abbronza con l’iPhone…

Ma non abbiamo più contatti, coi cittadini,
soltanto like a un altro post…

Ma tu mi manchi
Mi manchi
Mi manchi
Mi manchi in carne ed ossa…

Mi manchi nella lista, delle tante cose che non ho (che non ho, che non ho): aeroporto, stazione, bonifica, lavoro, pulizia, svaghi, verde pubblico…

Hai presente la notte del sabato sera,
intendo quella vera (e non intendo quella nera)…

Hai presente la gente che corre in mutande, 
dici che non esistono più (dici che non esistono più)…nei tuoi sogni…

E se ti parlo di crisi, carta forbice o sasso, dici che sono depresso, che non sto nel contesto, che profumo di marcio…

Ma se ti porto nel parco (???)

mi dici portami in centro, perché lì non c’è campo, poi vai fuori di testa come l’ultima volta…

Siamo l’esercito del selfie, di chi si abbronza con l’iPhone…
Ma non abbiamo più consensi, soltanto like a un altro post..

Ma tu mi manchi

Mi manchi
Mi manchi
Mi manchi come i voti (mi manchi come i voti)…

Mi manchi nella lista (mi manchi nella lista)
dei consiglieri che non ho, (che non ho, che non ho)…Più…”.

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here