Riceviamo e pubblichiamo

Nella giornata dell’11 dicembre la pattuglia edilizia della Polizia Municipale coordinati dal Comandante Francesco Iorno ha rivenuto la costruzione di un manufatto abusivo in corso d’opera lungo via Nazioni Unite in località Farina.

Il manufatto delle dimensioni di circa 120 mq costituito da una piattaforma di cemento armato e una serie di pilastri in corso di realizzazione era in pratica la costruzione di una nuova casa di un piano, in assenza totale di permesso a costruire ed autorizzazioni previste.

Gli agenti della Polizia locale hanno denunciato la persona che stava realizzando l’abuso edilizio e contestualmente hanno provveduto al sequestro di iniziativa dell’intera opera al fine di sospendere tutte le attività delittuose in corso.

Copia del rapporto è stato trasmesso all’Autorità competente che provvederà alla emissione di Ordinanza di demolizione a carico del trasgressore.

Con questa ulteriore iniziativa salgono a sei i sequestri che solo nell’ultimo mese sono stati effettuati dagli uomini della Polizia Municipale per altrettanti manufatti abusivi in costruzioni trovati in diverse zone della città, alcuni dei quali in località Margherita, in località Gabella, in località Prestica, a Papanice ed uno lungo la statale 106.

Sette sono state le comunicazioni di notizie di reato per abusi edilizi di vario genere trasmesse alla Procura della Repubblica.

Contestualmente si è proceduto alla esecuzione di sei deleghe di indagini disposte dalla Procura della Repubblica ed a tre interrogatori a carico di altrettante persone che, alla presenza del loro legale, hanno dovuto spiegare le ragioni e circostanze del reato commesso.

In un caso è stato disposto una misura cautelare restrittiva nei confronti di una persona che aveva violato i sigilli di un’opera sottoposta a sequestro di P.G.

Da ultimo gli agenti hanno anche elevato una sanzione di 849,00 € per violazione dell’articolo 21 del Codice della Strada in quanto si stava realizzando un taglio di carreggiata non autorizzato dall’autorità competente.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here