Sarà una giornata d’attesa e 

politicamente importante quella che si vivrà oggi fra Roma e Crotone: per il Pd, ancora alla ricerca di un’accordo interno che gli permetta di poter appoggiare con una certa tranquillità la candidatura di Flora Sculco alla Camera, ma anche di guardare al futuro, non solo prossimo, con le idee molto più chiare.
Ma anche per i Demokratici, forti si dei loro antichi e nuovi consensi elettorali, ma tuttavia alla ricerca di certezze numeriche ancora più corpose e rassicuranti.
Il primo passo, deciso ed autorevole, è già stato mosso, grazie al ritrovato feeling col presidente Mario Oliverio, e con parte del Pd crotonese, già di fatto al lavoro per costruire un’alleanza politica ampia, forte, credibile e duratura.

Un rapporto che naturalmente, non si fermerà soltanto alle candidature a Camera e Senato, appannaggio di Flora Sculco e Nicodemo Oliverio, ma anche in prospettiva delle scadenze politiche ed elettorali che verranno, a livello locale e regionale.

E siccome, da che mondo e mondo, nessuno fa niente per niente, dalla riunione che si consumerà oggi a Roma fra vertici nazionali, regionali e crotonesi del Pd, l’alleanza con i Demokratici di Enzo Sculco, potrebbe ulteriormente rafforzarsi, se come sembra, i cinque partecipanti dovessero trovare l’accordo interno che tutti auspicano, e che accontenti tutti.

Oggi e domani.

A Roma garantirebbe il  Pd nazionale mentre in terra di Calabria il garante sarebbe Mario Oliverio in persona.
Se cosi fosse, a nulla o quasi servirebbero le rimostranze e le resistenze di una parte che vede allo stato attuale soli i Gd opporsi con tutte le loro forze ad un processo politico, ormai giudicato da tutti come il piu naturale.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here