Riceviamo e pubblichiamo

Il costituendo Comitato di Quartiere, “Pro Papanice”, intende precisare quanto segue, in riferimento 

agli articoli pubblicati su alcuni blog giornalistici locali il 03/02/2018.

L’autonoma iniziativa contenuta nella missiva pubblicata in calce agli articoli, a firma de “i cittadini 

di Papanice” ed avente ad oggetto la richiesta di installazione di centraline per verificare 

l’eventuale inquinamento ambientale, benché non contestabile nel contenuto nonché legittima per 

il rispetto dell’Art. 32 della Costituzione, non è stata scritta né discussa dal nostro Comitato.

La lettera non è stata firmata dal Comitato, né si riconduce al suo programma, pertanto

questo gesto grave e censurabile, ci appare certamente inquietante, deplorevole e 

preoccupante.

Inoltre, riteniamo fuorviante associare tale azione isolata, al presunto ruolo di “promotore” 

attribuito al co-parroco della nostra comunità, don Pasquale Aceto, pubblicando abusivamente foto 

di defunti, collocati su una bacheca nella Chiesa della Pietà, senza che gli autori abbiano avuto 

autorizzazioni dallo stesso.

Riteniamo, in primis, che il nostro co-parroco, nello spirito della sua missione sia la guida spirituale 

di tutti, non certo il “paladino” delle nostre attuali e future iniziative, ispirate alla legalità, e alla 

ricerca di soluzioni che abbiano come interlocutori le Autorità Istituzionali competenti sebbene, 

siamo certi, ne condivida e sostenga lo spirito.

Con la speranza che l’azione “individuale o collettiva” promossa dal latore di questa lettera, non 

abbia lo scopo di ostacolare i buoni propositi del nascendo Comitato e/o di oscurare ed intralciare la 

serenità dei cittadini, manifestiamo il nostro totale disappunto e la nostra estraneità per la gravità di 

quanto accaduto e a tal fine precisiamo che, ogni uscita pubblica del Comitato, verrà sottoscritta 

con la dicitura “Comitato Pro Papanice” al fine di scongiurare successivi coinvolgimenti arbitrari

dello stesso.

Chiediamo, infine, alla stampa di accertarsi in futuro dall’associare fatti/notizie e persone 

contattando i responsabili del Comitato, che sono per Statuto, gli unici autorizzati ad essere dallo stesso.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here