Riceviamo e pubblichiamo


Questa OO. FIADEL in passato ha denunciato pubblicamente le colpe dell’ex Amministrazione PD in merito alla questione Rifiuti, in quanto poteva e non ha fatto, e come ultimo atto negativo l’aver affidato la SS. della differenziata all’Akrea senza prima attrezzarla. 

Le difficoltà che la Società sta incontrando sono tante, una ad una si sta adoperando per superarle, per evitare che si possano creare particolari situazioni igienico-sanitario a rischio nonostante la Politica sia assente. Il sistema non è entrato in crisi grazie alla professionalità dei lavoratori Akrea.

Dal 13 Aprile 2016 ne è passata di acqua di sotto i ponti!

La FADEL nonostante le molteplici promesse ed impegni assunti dalla nuova Amministrazione tutto è rimasto e resta ferma e pertanto pensa sia giusto iniziare a ricordarne qualcuno.

Il 04 maggio del 2017 dopo 13 mesi dall’assunzione di parte dei dipendenti ex AKROS in AKREA, veniva scritto su un locale mass-media: l’Akrea ha uomini a sufficienza per partire, ma non ha ancora mezzi e fondi. Sono state assunte 28 unità lavorative già dipendenti dall’ex Akros proprio per iniziare l’attività di raccolta differenziata che è invece rimasta ferma ai livelli del primo trimestre 2016. Dopo l’assunzione c’è stato il silenzio totale e l’Akrea si è dovuta limitare a pagare gli stipendi perché, come ha denunciato pubblicamente Leo Pedace, ex esponente del consiglio di amministrazione della società, per le inadempienze del Socio Unico per l’acquisto dei nuovi mezzi.

Il 13 Luglio del 2017 in una conferenza stampa veniva annunciato:

Entro la fine di luglio, Akrea dovrebbe ricevere le risorse economiche regionali, necessarie al proseguimento del progetto differenziata che, dopo una necessaria e fondamentale campagna di istruzione e informazione ai cittadini, continuerà con la raccolta in strada, per poi concludersi con quella porta a porta. E se i numeri dicono che si è già arrivati all’11%, non è affatto arduo prevedere una risposta pronta e positiva anche da parte dei cittadini che non hanno ancora preso confidenza con il differenziato conferimento dei rifiuti. Nel frattempo, il presidente Rocco Gaetani, provvederà ad istituire un bando per l’individuazione del nuovo direttore di Akrea, e di un altro che sceglierà il gruppo di operatori che gestiranno la comunicazione e l’informazione della Società.

Eravamo in Agosto del 2016 quando l’OO.SS. FIADEL di Crotone in una sua nota ricordava all’Amministrazione dell’AKREA chi doveva nominare il Direttore Generale, riportando testualmente quanto previsto dal vecchio e nuovo statuto approvato il 27/03/2017 di AKREA: “ Il Consiglio può altresì nominare uno o più Direttori Generali per chiamata o per concorso pubblico, ecc ecc.. – La scrivente è alquanto perplessa che a tutt’oggi 09/02/2018 non si sia ancora provveduto a dotare la Società di questa figura di importanza vitale.

Sorge spontanea la domanda: considerato che la Regione Calabria a dicembre del 2017 ha deliberato il finanziamento a fronte del progetto per la Raccolta Differenziata redatto dalla Società “ Crotone Sviluppo” in euro 2.195.404,00, visto che a tutt’oggi le parti sociali firmatarie del vigente CCNL non sono state convocate per essere informate e coinvolte, chi gestirà e come, tale finanziamento, perché questo silenzio?

Crotone il 09/02/2018

  1. la Segreteria Provinciale FIADEL

                      Tommaso Medaglia

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here