L’amaro e doloroso sfogo di mamma Caterina, dopo aver appreso della richiesta di scarcerazione da parte della difesa dell’assassino di Giuseppe Parretta.

Scarcerazione richiesta sulle presunte basi di legittima difesa, comunque rigettata.

​”Certo, LEGITTIMA difesa contro un 

ragazzino di 18 anni…

SEI ENTRATO in casa mia con le tue gambe, ARMATO ed hai sparato a Giuseppe freddandolo…

Di cosa parli…?..

VUOI GLI ARRESTI DOMICILIARI? 

E COSA PIU….un altra pistola…?

Ma chi è questo avvocato…?

Per favore…si si vieni fuori…che ti aspetta non solo TUTTA la citta..ma l intera NAZIONE che mi scrive…

POPOLO ITALIANO CI VEDIAMO TUTTI INSIEME NEL GIORNO DEL PROCESSO.

GIUSEPPE É ANCHE FIGLIO VOSTRO…VOGLIAMO GIUSTIZIA…NON VENDETTA”.

Caterina Villirillo

1 COMMENTO

  1. Vergogna!!! Siamo in una nazione dove tutto è possibile.Viene condannato all’ergasolo uno che ruba una gallina perchè ha fame e viene assolto chi ammazza senza piètà.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here