Premesso doverosamente che il costo

della carta d’identità elettronica è inevitabilmente maggiore rispetto a quello sostenuto per il rilascio del documento in forma cartacea, c’è però da precisare che il Comune di Crotone, “imponendola” in un certo qual modo, pur non essendo ancora obbligatoria, la fa pagare ben 27 euro.

Al momento di richiesta della nuova carta d’identità invece, bisognerebbe pagarla invece 16,79 euro a titolo di spese di gestione dello Stato (comprese quelle necessarie per la consegna al domicilio) e una somma a titolo di diritti fissi di segreteria, applicati da alcuni Comuni, ma non da tutti.

Ma c’è di più.

Cambia il costo rispetto al documento cartaceo che, si ricorda, costava per i cittadini soltanto 5,42 euro.

Carta di identità cartacea che tuttavia, se richiesta da qualsiasi cittadino, soprattutto se in difficoltà, indigente, o che ne ha urgente bisogno per motivi personali, fra i quali un viaggio, deve necessariamente essere rilasciata dal Comune di competenza.

Cosa che invece non accade in quello di Crotone, dove negli uffici preposti, in primo luogo ti “ordinano” tassativamente la carta di identità elettronica, con consegna posticipata, mentre la discrezione del “privilegio” di quella cartacea, è “selettiva, e piuttosto ad personam…

È già successo, e speriamo non accada ancora.

Perché gli esperimenti, non si fanno arbitrariamente, e sempre

 a spese degli. ignari cittadini…

LASCIA UN COMMENTO