Conferenza stampa della senatrice del Movimento 5Stelle Margherita Corrado, in merito al progetto Antica Kroton.

Questi i più importanti dettagli di quanto pubblicamente affermato dalla Corrado che, in primis, ha chiesto al Ministero competente, che venga presto nominato un Commissario, che segua da vicino tutte le operazioni relative al complesso progetto dell’Antica Kroton, che controlli inoltre come verranno impiegate le relative risorse economiche.

La Corrado, specificando che quelli da effettuare di fronte le ex fabbriche, non sono solo semplici scavi, propone di utilizzare tecniche di indagine non invasive, senza spostare un granello di sabbia, grazie alle quali si potrebbe ricostruire la cartina del quartiere antico, e realizzare un museo virtuale.

La senatrice invita poi ad una supervisione civica, perché neanche un euro di quei 60 milioni deve sfuggire al controllo.

“Si tratta di un’ area altamente inquinata. Chi scaverebbe mai lì?

Bisogna quindi scegliere 3/4 siti e lavorare solo su quelli”.

La Corrado si chiede inoltre perché il progetto comprenda soltanto la valorizzazione della strada che porta a Capocolonna, quando le risorse dovrebbero servire per fare un lavoro di ricognizione di superficie, lungo tutta la costa di Capocolonna.

Il fine, è quello di blindare l’intero perimetro e tutelarlo da un punto di vista paesaggistico, evitando altri assurdi progetti di cementificazione.

“Impossibile pensare di scavare ovunque in città, e gestire tutti questi scavi. 61 milioni di euro fanno gola in un territorio come il nostro, e dunque non dobbiamo abbassare la guardia”.

La senatrice grillina, sottolineando che bisogna puntare alla qualità, ha infine fatto cenno ad un progetto nel suo complesso molto approssimativo, senza schede allegate, precisando che anche grazie al suo intervento, si è riusciti a risparmiare 4 milioni di euro, altrimenti ed inutilmente destinati al restauro dell’acquario di Isola Capo Rizzuto.

NOEMI BOSSI

 

LASCIA UN COMMENTO