​Il segretario provinciale del Pd Gino Murgi, esprime tutta la sua delusione ed amarezza per le scelte di Mario Oliverio sulla nuova Giunta regionale, definendola “una scelta che si rispetta ma che non si accetta. Avevamo chiesto un rappresentante della nostra provincia, ma così non è stato”.

Murgi ribadisce poi la scelta di appoggiare la linea di sostegno al sindaco di Crotone come presidente della Provincia, auspicando coesione in un momento in cui l’ente ha bisogno di unità da parte delle forze politiche per potersi risollevare.

Sulla lunghezza d’onda del segretario, e molto deluso dal modus operandi di Mario Oliverio, anche Rocco Gaetani, cosi come Mimmo Mellace, il quale però all’assessore regionale crotonese, preferirebbe di gran lunga le infrastrutture.

D’accordo con Murgi anche Pepè Corigliano, a patto però che il confronto con i Demokratici avvenga alla luce del sole.

Molto polemico col presidente Oliverio anche Corigliano, che a suo dire, avrebbe ignorato il partito crotonese, e dialogato con tutte le province, tranne che con quella di Crotone.

Salvatore Di Lascio auspica che il partito torni a parlare con la gente, dopo di che la chiusura di Murgi, che a relazione approvata, ha invitato tutti gli interessati di recarsi a votare.

I sindaci presenti alla Direzione provinciale del Pd: Belcastro, Scarpelli, Murgi, Durante, Caligiuri, Blandino, Bilotta, Macrì e Vulcano.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here