Chievo Verona-Crotone 2-1

Walter Zenga, nel dopo gara, si lamenta sulla direzione dell’arbitro e su alcuni episodi molto dubbi, ma si appella anche alla sfortuna, che oggi ha evidentemente contribuito alla sconfitta del suo Crotone, in casa del Chievo Verona, diretta concorrente nella convulsa lotta per non retrocedere.

Il gol di Tumminello allo scadere del recupero però, solo apparentemente consolatorio, potrebbe invece rivelarsi molto importante, proprio perché molto utile nei confronti diretti, qualora questi ultimi dovessero determinare la posizione di classifica, in caso di parità di punti.

Ma non è tutto purtroppo.

Perché la sconfitta di Verona, maturata anche da una prestazione non proprio all’altezza, ha maledettamente complicato la faticosa rincorsa del Crotone verso la permanenza in Serie A, soprattutto dal punto di vista psicologico.

A questo punto infatti, a sole due giornate dal termine del campionato, battere la Lazio domenica prossima allo Scida, sarà l’unico risultato possibile, e che quasi sicuramente, consegnerebbe ai rossoblu la salvezza, anche in considerazione del fatto che quando il Crotone giocherà a Napoli, lo scudetto potrebbe essere già aritmeticamente assegnato.

Se cosi non fosse, decisivi per il destino del Crotone, saranno i risultati del Cagliari con Roma, Fiorentina e Atalanta.

LASCIA UN COMMENTO