Ha riunito la “sua gente” Enzo Sculco, leader de La Prossima Crotone, e, come sempre accade ormai da decenni, la “sua gente” ha risposto presente.

L’occasione, quella ufficiale, è l’assemblea di coalizione, assolutamente necessaria, a quasi due anni di legislatura comunale dell’amministrazione Pugliese.

Una sorta di spartiacque, fra quello che sinora è stato, e ciò che sarà da qui e per i prossimi tre, rimanenti anni di governo del Comune di Crotone, attraverso il rilancio della Giunta.

Una relazione puntuale, completa e molto dettagliata, quella di Enzo Sculco, soprattutto improntata sulla fondamentale ri-compattezza dell’intera coalizione, che non deve guardare ed agire con una visione limitata, ma più ampia, rivolta al lavoro da svolgere e portare avanti, crescendo tutti, e insieme alla città.
Enzo Sculco

“Questo non è un convegno, ma una occasione di riflessione con militanti, rappresentanza politica e istituzionale. 

Siamo giunti ad un punto del nostro percorso, rispetto al quale, il giudizio sul lavoro fatto è estremamente positivo, ma che per il moltiplicarsi degli obiettivi che abbiamo difronte, richiede il necessario rilancio. 

Abbiamo lavorato bene, tuttavia si deve fare di più! Lo richiede la missione che abbiamo posto a fondamento del nostro impegno politico, che mira a far risorgere Crotone e proporla come guida dell’intero sistema territoriale”.

Dopo di che, gli interventi di Leo Pedace, Benedetto Proto, Peppino Cosentino, Vincenzo Camposano, Anna Oppido, Gianfranco Turino, Antonella Cosentino, Tommaso Sinopoli, e a chiudere Ugo Pugliese, che ha appoggiato la linea comune   dettata da Enzo Sculco, e che nei prossimi giorni porterà al rilancio della sua Giunta.

LASCIA UN COMMENTO