In tempi di idee grasse ma di vacche magre, al Comune di Crotone, già “maltrattato” dalla Corte dei Conti, e con i conti rossi come i comunisti che non esistono quasi più, hanno pensato bene di unire due segreterie, quelle di Provincia e Comune, e di farne una sola.

Proprio come Ugo Pugliese, tanto per capirci, che è uno, ma che riveste la doppia carica di sindaco e presidente della Provincia di Crotone.

Ebbene, cosi come ci informa Serafino Mauro, il Consiglio comunale di questo pomeriggio, ratifichera molto probabilmente tale ipotesi, che consentirebbe di unire l’utile al dilettevole, e di risparmiare qualche soldone.

“Sulla falsa riga di quanto dice la Costituzione Unica, e come abbiamo già fatto con l’Ufficio di Avvocatura unico, provvedimento già approvato, abbiamo deciso di ripetere l’operazione unendo le due segreterie di Comune e Provincia – ci spiega il presidente del Consiglio comunale Serafino Mauro – procedendo all’istituzione dell’ufficio unico di segreteria generale, proprio perché le necessità e le esigenze ci sono, ma le risorse economiche no.

Infatti – precisa Mauro – il segretario, che ricordo appartiene alla fascia A, non sarà occupato a tempo pieno, ma assumerà l’incarico “a cavalco”, cioè lavorando  in Provincia a giorni prestabiliti, secondo la legge vigente ed il tabellario che regola i rapporti con i segretari generali”.

Il “doppio” segretario generale, sarà ovviamente, e per ora, Pasquale Monea.

Si aspetta naturalmente l’approvazione, che dovrebbe arrivare nel Consiglio comunale di questo pomeriggio.

Numeri permettendo…

Nonostante gli ingressi delle neo consigliere di maggioranza Roberta Foresta e Anna Maria Oppido dovrebbero garantire una certa tranquillità


.

LASCIA UN COMMENTO