Riceviamo e pubblichiamo

Oggi prendiamo atto di un fatto

nuovo.

La città si ricompone e la coscienza comune si manifesta univoca su un evento che riguarda l’intera società civile.

Avviene per mano di una categoria professionale che ha un ruolo specifico nella circostanza.

E detiene potere, condividendo la conseguente responsabilità.

A scrivere sono i giornalisti.

E lo fanno all’unisono, con una Nota che porta in calce quarantuno firme.

Un’analisi franca, non senza autocritica eppure priva di divagazioni di parte.

Un atto di consapevolezza e senso civico.

Un monito ed una richiesta.

Un buon esempio.

L’invito a tutti coloro i quali hanno ruolo istituzionale e potere politico ad affrontare senza divisioni la questione dello Stadio Ezio Scida, del nuovo impianto e del percorso che deve compiersi tra i due.

La richiesta è netta e la mia Amministrazione la riceve immediatamente, per darvi seguito senza esitazioni.

Condivido personalmente l’invocazione ad essere tutti responsabili, tutti e nessuno escluso.

Oggi accolgo quel suggerimento e promuovo io stesso la riunione di un tavolo a cui mi aspetto che seggano tutti i soggetti che devono tutelare gli interessi delle donne e degli uomini di Crotone.

Invito le parlamentari crotonesi neo-elette, Sen. Margherita Corrado ed On. Elisabetta Barbuto.

La Consigliera Regionale, On. Flora Sculco.

Il Soprintendente alle Belle Arti, Dott. Mario Pagano e qualsiasi altro rappresentante del Ministero.

Il Presidente della FC Crotone srl, Gianni Vrenna.

I rappresentanti del tifo crotonese ed i sostenitori storici della squadra di calcio.

I rappresentanti del Consiglio Comunale.

Io sarò presente con l’intera Giunta Comunale.

La riunione sarà ospitata il 10 agosto 2018, alle 11:00 nella sala consiliare della Casa Comunale.

E invito ad essere presenti tutti i 41 sottoscrittori della Nota cui rispondo.

Potranno testimoniare di persona lo sforzo che mi auguro tutti compiranno per applicare alla soluzione della vicenda il buon senso e l’attenzione per gli interessi della collettività.

E confido che la prossima volta potranno scrivere di come il problema è stato risolto.

Aspetto le adesioni di tutti.

Il Sindaco
Ugo Pugliese

LASCIA UN COMMENTO