CROTONE: Cordaz; Cuomo, Sampirisi, Marchizza; Faraoni, Rohden, Benali, Firenze, Martella; Budimir, Nalini. A disp.: Festa (GK), Figliuzzi (GK), Curado, Stoian, Crociata, Molina, Zanellato, Simy, Valietti, Spinelli. All. Stroppa

Il Crotone visto all’opera questa sera allo Scida, non solo fa dimenticare in fretta la brutta sconfitta col Cittadella, ma è protagonista di una prestazione maiuscola sotto tutti i punti di vista: del gioco in primis, della grande facilità di andare a rete, del carattere e della personalità.

Foggia annichilito, e Crotone che, nonostante si sia comunque alla seconda giornata di campionato, manda alle sue dirette concorrenti un messaggio molto chiaro: per la corsa alla Serie A c’è anche la squadra di Stroppa.

Al 31′ un gran gol di Faraoni rompe gli equilibri di un primo tempo bloccato e senza grandi occasioni.

Ma il Crotone della ripresa ha un’altra marcia.

Uno-due micidiale dei rossoblu che in cinque minuti infatti, chiudono virtualmente il match.

Al 5′ arriva il gol del raddoppio con Firenze che si incunea in area di rigore e batte l’estremo foggiano, e al 10′ poi, il pregevole pallonetto di Nalini dalla grande distanza: 3-0.

Ma la squadra di Stroppa non è ancora sazia, e al 20′ trova la quarta rete con Rhoden che entra in area dalla destra e batte Bizzarri: 4-0.

Della partita anche Simy, Molina e Stoian, ma i tre punti sono ormai in cassaforte, nonostante il calcio di rigore trasformato da Mazzeo al 47′: 4-1 ed i nove minuti di recupero concessi dal direttore di gara (vedi interruzione per torre faro spenta) .

Migliori in campo Nalini e Firenze.

LASCIA UN COMMENTO