Dicono che la musica avvicini a Dio.

E molto probabilmente è così.

E in una tragica e tristissima circostanza come questa, che in una maledetta sera d’ottobre ha pugnalato al cuore la Calabria, abbiamo scelto di comunicare le nostre forti emozioni attraverso le parole di una meravigliosa canzone, che mai come in questo doloroso momento di sgomento, incredulità, ma anche di profonda riflessione, ci sembra opportuna ed appropriata.

A Stefania, ormai luminosa stella del nostro firmamento ed ai suoi due piccoli angioletti, strappati violentemente e precocemente alla vita ed all’amore dei propri cari, dalla orribile trappola di un torrente in piena…

Una fine assurda, ma tremendamente reale. Purtroppo.

Quando una stella muore

Cambia il cielo, cambia la musica

dell’anima, ma tu resti qui con me
Tra lo stomaco e i pensieri più invisibili
E da li non te ne andrai
La vita cambia idea
Cambia le intenzioni e mai nessuno sa come fa
Quando una stella muore
Che brucia ma non vuole
Un bacio se ne va
L’universo se ne accorgerà
Quando una stella muore
fa male, fa male
Troppe notti sotto agli occhi porto livide
Ho imparato a modo mio
A leccarmi le ferite più invisibili
Perché così che si fa
Ma la vita cambia idea
Cambia le intenzioni e mai nessuno sa come fa
Quando una stella muore
Che brucia ma non vuole
Un bacio se ne va
L’universo se ne accorgerà
Quando una stella muore
Fa male,
A metà tra il destino e casa mia
Arriverà la certezza che non è stata colpa mia
Non è stata colpa mia
Un bacio se ne va
E l’universo se ne accorgerà
Quando una stella muore
Fa male

Giorgia

LASCIA UN COMMENTO