Raffaele Mammoliti, segretario generale Area Vasta Cgil: “Conferenza stampa per esplicitare nostro punto di vista su reddito di cittadinanza e piano del lavoro.

Riteniamo che quando si parla di lavoro e di inoccupazione, noi non permettiamo che si abbatte una tempesta finanziaria.

Idea che oggi ha questo Governo viene salutato con molto interesse, e la politica può quindi svolgere un ruolo importante. Ci riferiamo ai 15 miliardi di euro del Patto della Calabria, risorse gia disponibili e che possono aprire processi e risvolti positivi, e al reddito di cittadinanza, in attesa di capire quali saranno le sue finalità.

Dovrebbe essere uno strumento che aiuta le persone che hanno bisogno e poi inserirle nel mondo del lavoro.

A Crotone la disoccupazione raggiunge livelli molto alti, e vive livelli economici e sociali di fragilità molto preoccupanti.

L’approccio a queste tematiche dovrebbe quindi essere di grande interesse e responsabilità, a partire dalla politica locale e dalla pubblica amministrazione.

Chiederemo dunque al sindaco di Crotone di attivare un tavolo che metta insieme il mondo della politica, compresi tutti i sindaci, sindacale e del lavoro, sperando di ottenere dei risultati, altrimenti andremo avanti lo stesso”.

Raffaele Falbo, segretario provinciale Cgil Crotone: “Non sappiamo ancora cosa prevederà il decreto che riguarda il reddito di cittadinanza, e pensiamo quindi che sia necessario sottolineare che si acceleri iter burocratico per sbloccare i 200 milioni di euro legati alle infrastrutture crotonesi, legandoli ad uno specifico Piano del Lavoro”.

Presente alla conferenza stampa organizzata dalla Cgil di Crotone, anche Elsa Bonazza, segretaria Confederale Cgil Calabria.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here