RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO

Quando l’arroganza criminale e malavitosa si manifesta alla luce del sole e in orari di straordinaria affluenza, peraltro di giovani, significa che questi malviventi si ritengono controllori del territorio e sprezzanti di qualsiasi rischio possa coinvolgere vite innocenti. Purtroppo non sono casi isolati e neppure sporadici. È da qualche tempo che atti intimidatori , in parte riconducibili a delinquenza comune, si manifestano con modalità violente e tipiche di criminalità organizzata di stampo n’dranghetista. L’ultimo atto è senza dubbio un raccapricciante salto di qualità. Circa un anno fa atti intimidatori, incendiari o dinamitardi, finalizzati, verosimilmente, alla richiesta estorsiva che segnala un’attività tipica di crimine organizzato. L’ agguato ultimo, presso l’ Autostazione Romano, è il cerchio che si chiude rispetto ad un clima da Far West che si auto alimenta nella confusione generale, nella mancanza di controllo capillare del territorio e nella labile sorveglianza su attività pubbliche ed economiche di facile pervasivita’ di delinquenza comune e organizzata. Non si può girare lo sguardo dall’altra parte un attimo dopo aver assolto alla denuncia pubblica che ci fa riempire pagine di giornale senza spiegare cosa le Istituzioni intendono mettere a disposizione della Comunità Civile in termini di risorse finanziarie, di uomini e di strumentazioni, anche sofisticate, come deterrenza, prevenzione e cura della sicurezza dei cittadini. È da tempo che solleviamo questi temi ed è da tempo che sollecitiamo l’attivazione delle telecamere installate in Città e mai funzionanti. Allo stato,peraltro,lo stesso Corpo dei Vigili Urbani, oltre che essere sotto dimensionato manca anche del suo Dirigente, essendo scaduto e non più rinnovato l’incarico al Dott. Jorno. Allo stesso modo come si coglie l’ accrescersi delle attività di abusivismo commerciale o di ambulantato non regolamentato. Rammentiamo a noi stessi che nella confusione e nella mancanza di regole si alimenta tutto ciò che rasenta la legalità, quando non la oltrepassa del tutto. Un Consiglio Comunale,quindi, che affronti nel merito le emergenze ormai conclamate e che sappia indirizzare e sostenere tutte quelle azioni ed iniziative utili a rassicurare i nostri Cittadini.

Fabiola MARRELLI
Enrico Pedace

Vincenzo Defranco

Salvatore Gaetano
Consiglieri di Maggioranza

LASCIA UN COMMENTO