Dimissioni di Rori De Luca.

Al suo fianco, durante la conferenza stampa al vetriolo di addio di questo pomeriggio, indovinate un po’ chi siede accanto all’ormai ex assessore all’Urbanistica?

Peppino Cosentino, già fratello dell’ex assessore comunale e vice sindaco della città Antonella Cosentino, e già ex fedelissimo di Enzo Sculco, che da mesi ormai è al lavoro per tentare di costruire “l’alternativa” politica alla coalizione politica che governa la città.

È non sarebbe il solo.

Se tanto mi da tanto infatti, siamo ancora all’inizio, e la “guerra” interna all’amministrazione comunale è destinata ad allargarsi.

Presenti alla conferenza stampa, forse non a caso, anche le due “vivaci” consigliere Anna Maria Oppido ed Angela Familiari.

De Luca, sbandierando obiettivi diversi dal suo ex gruppo, ha in pratica preso le distanze dall’amministrazione comunale, e dal modus operandi politico amministrativo della stessa, a suo modo di vedere malfunzionante e priva dei dirigenti necessari.

Quasi come se non ne avesse mai fatto parte.

Misteri. Ma neanche tanto.

La scelta di allontanarsi dal movimento che lo ha lanciato, è infatti esclusivamente politica.

De Luca ha poi affermato di non aver litigato con nessuno, e che la sua scelta è stata frutto di una riflessione lunga e misurata, che non si sente affatto un tecnico della politica, e soprattutto che le risorse a Crotone (chiusa in sé stessa) esistono, ma non vengono sfruttate nel giusto modo.

“Non mi aspettavo di dover essere sempre sotto esame e di prescindere dal consenso elettorale conquistato”.

(foto Giuseppe Capellupo)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here