Per il momento resta dov’è.

In Consiglio comunale, e in qualità di capogruppo di Forza Italia. Nonostante tutto e tutti.

Poi, più in là si vedrà. E non è affatto da escludere che Antonio Argentieri Piuma, decida infatti di lasciare Forza Italia fare gruppo a se, e tornando alle origini con “Piuma sindaco”.

Per intanto, chi all’indomani della nomina di Salvatore Pacenza a vice coordinatore vicario provinciale, sperava in una reazione “scomposta” di Piuma, magari seguita dalle dimissioni da consigliere comunale, è rimasto deluso, perché così non sarà.

L’attuale capogruppo consiliare di Forza Italia, prende atto della nuova nomina, avvenuta praticamente a sua insaputa e senza che nessuno ritenesse opportuno informarlo, e nonostante sia amareggiato per la discutibile linea “politica” adottata nei suoi confronti, va avanti per la sua strada.

Tuttavia però, Piuma non nasconde il suo malcontento, parlando chiaramente di “incoerenza politica” da parte del coordinatore provinciale del suo partito, che ha proceduto a nominare suo vice la stessa persona che sino a poche settimane fa “da consigliere regionale non ha mai dimostrato di rappresentare efficacemente gli interessi dei crotonesi”.

Mentre oggi invece, “Pacenza, personalità di notevole esperienza politica e indiscutibile qualità professionale»

“Come al solito non sono stato informato – afferma Antonio Argentieri Piuma – ma forte della mia imperturbabile coerenza mi sono messo in attesa sulla sponda del fiume, in attesa che passino i cadaveri politici degli incoerenti.
Non c’è alcuna fretta, e per ora non mi sembra il caso di prendere nessuna decisione.

Ci vuole tempo, ma la coerenza e la correttezza che mi hanno sempre contraddistinto daranno i loro frutti”.

Nel frattempo, la “patata bollente” passa a chi Forza Italia lo coordina…

LASCIA UN COMMENTO