“A noi Donne
8 marzo, festa della Donna, di una Donna nuova, che sebbene si senta uguale all’uomo nei diritti e nei doveri, è “diversa” per natura.
Corre l’anno 2019, chissà se le nostre bisnonne avrebbero mai immaginato tali cambiamenti.
Ci troviamo negli anni in cui sembra che l’evoluzione della donna abbia raggiunto il suo culmine, che i diritti ed i doveri di parità tra uomo e donna siano stati raggiunti, confermati e legiferati dalle società occidentali, ed invece ci troviamo ancora a batterci su preconcetti duri a morire ma la nostra battaglia la vinciamo giorno dopo giorno nella nostra quotidianità.
E’ vero, dobbiamo giornalmente batterci per dimostrare quanto valiamo, dobbiamo batterci più dell’uomo per diritti sacrosanti di uguaglianza lavorativa, non riusciamo a fare carriera se non dando il triplo di quello che dovrebbe dare l’uomo e, ancora, siamo troppo spesso costrette a scelte impossibili tra l’impegno familiare e quello lavorativo, dobbiamo fare i conti con parità a metà, con uomini che ci considerano, a volte, galline di un pollaio (vedi giovani leghisti crotonesi)
Anche se la strada è ancora lunga, sono certa che il nostro impegno per una uguaglianza vera, volta a dare alle donne più opportunità, opportunità congeniali, produrrà i suoi frutti.
I nostri politici abbiano occhi attenti alla natura della donna e alla sua giusta collocazione nella società moderna.
A tutte noi donne voglio donare queste parole
Buon 8 marzo, a tutte:
A quelle che non hanno il dono di un sorriso
A quelle che non hanno una carezza sulla pelle
A quelle che non conoscono la dolcezza
A quelle che in silenzio subiscono la violenza.
A quelle che non possono sciogliersi i capelli al vento
A quelle che abbracciano con amore
A quelle che illuminano l’anima
A quelle che parlano dentro oltre lo sguardo
A quelle che sorridono con i colori dell’arcobaleno
A tutte quelle che danno energia alla libertà della vita;
A tutte quelle donne, compagne, madri, sorelle ed amiche di quei giovani leghisti della mia città (Crotone) che oggi hanno offeso, con un volantino ignobile che non serve riprendere proprio perché ignobile, tutte le donne del mondo, ovunque esse siano, comunque la pensino”.

(Graziella Corrado)
Auguri, sempre

LASCIA UN COMMENTO