Riceviamo e pubblichiamo

CROTONE – L’infuocata querelle che c’è stata, nei giorni scorsi, tra il duo delle meraviglie: Pugliese-Sculco con il presidente di SACAL De Felice ha dimostrato ancora con che arroganza la politica Crotonese cerca di portare avanti gli interessi della città. Se da una parte abbiamo una società che nasconde il piano industriale, dall’altra abbiamo due politici che anziché lavorare per il bene del territorio cercano di prendersi meriti altrui, come nell’ultimo caso dei voli per Bologna prolungati anche per la stagione invernale del 2019.

Dalla riunione in prefettura sembra venir fuori che dalla regione ci siano ritardi per accedere ai fondi messi dal governo per il nostro aeroporto, eppure Crotone è rappresentata in regione da una consigliera Regionale che è anche nella forza politica che esprime l’amministrazione del comune di Crotone e il presidente di tutta la provincia crotonese.

La domande sorge spontanea: che ci sta a fare nel consiglio regionale se non sollecita affinché tutte le pratiche siano compiute per accedere al contributo statale? Altrimenti in cosa consiste la fantomatica sinergia istituzionale richiamata da lei e dalla sua spalla politica Ugo Pugliese?

La nostra deputata Elisabetta Barbuto ha fatto il diavolo a quattro per avere quel contributo , perciò eviterei di dormire come è già stato fatto quando il consiglio regionale ha approvato il piano regionale dei trasporti e veniva previsto il quarto aeroporto calabrese, cioè quello di Sibari?

La prossima Crotone è la classica sintesi del famoso detto crotonese “Rocco Fatica e Pizzicato Mangia” che renderebbe di più se fosse letto nel nostro dialetto.

Tornando invece al famoso piano industriale della SACAL, cosa aspetta la consigliera regionale e fare un accesso agli atti visto che la SACAL è una partecipata della regione e quindi sottoposta a controllo analogo?

Il primo isolamento in questa città avviene proprio dalla incapacità amministrativa di questa politica che non agisce ma offende chi lavora e chi cerca di risollevare questa terra, proprio come fanno le nostre deputate Margherita Corrado ed Elisabetta Barbuto , quest’ultima dovremmo ringraziare per quanto fatto fino ad ora sul tema della mobilità, non si era mai vista tutta questa attenzione da parte del governo sul fronte dei trasporti per la città di Crotone.

E poiché il movimento è una forza politica di proposta, chiedo a Ugo Pugliese di farsi promotore di un punto informativo per i turisti proprio all’interno dell’aeroporto di Crotone ,visto che è il primo punto di arrivo di molti turisti per questa estate, sicuramente questa proposta cadrà nel vuoto senza nessuna discussione politica in merito, discussione che non c’è da parte di questi amministratori che hanno deciso di fare da soli senza confronto, come del resto senza confronto hanno deciso di realizzare un “ponte culturale” tra Crotone e Norimberga ,infatti, come è consuetudine noi consiglieri comunali veniamo a conoscenza di certe iniziative solo dai giornali, addirittura i colleghi di maggioranza subiscono questo trattamento.

Infine un plauso va fatto ai comitati ed associazioni spontanei di cittadini che fanno sentire alle istituzioni e alla politica la voglia di un cambio di rotta.

L’aeroporto di Crotone, non è il ring su cui la prossima crotone fa finta di scontrarsi. questa ottusità ha prolungato l’affannosa ripresa dello scalo.
Andrea Correggia
portavoce del
MoVimento 5 Stelle Crotone

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here