COSENZA

Formazione

33Perina, 3 Dermaku, 4 Capela, 6 Palmiero, 10 Embalo, 16 Sciaudone, 18 Legittimo, 21 Bruccini, 25 Tutino, 27 Bittante, 32 Baez. A disp.: Quintiero (GK), 22 Saracco (GK), 7 Mungo, 9 Litteri, 11 D’Orazio, 13 Izco, 15 Schetino, 19 Maniero, 20 Trovato, 24 Garritano, 26 Hristov. All. Braglia.

Formazione

1 Cordaz, 2 Curado, 5 Golemic, 7 Firenze, 10 Benali, 18 Barberis, 21 Zanellato, 23 Vaisanen, 25 Simy, 29 Pettinari, 31 Sampirisi. A disp.: 22 Festa (GK), 34 Latella (GK), 3 Cuomo, 11 Machach, 14 Tripicchio, 15 Gomelt, 17 Kargbo, 19 Marchizza, 20 Molina, 27 Valietti, 33 Mraz. All. Stroppa

AMMONITI: 28’ Barberis (Cr), 59’ Curado (Cr), 68’ Vaisanen (Cr), 76’ Dermaku (Co)
ESPULSI: 94′ Golemic (Cr) per proteste, 98′ Maniero (Co) per gioco falloso

I numeri sono numeri, e molto spesso impietosi nella loro precisione e ripetitività.

Cosenza infatti, si rivela ancora una volta tabù per il Crotone, che perde il derby per 1-0, interrompe la striscia positiva, e perde se pur in parte la tranquillità e la sicurezza che aveva guadagnato nelle ultime giornate.

Il gol che decide il match al 29′ del primo tempo è di Embalo, ma pesa e non poco sull’esito finale della gara il gol annullato a Simy al minuto 93, per un fuorigioco molto dubbio.

Per il resto un derby che non ha tradito le aspettative, soprattutto sotto il punto di vista dell’agonismo e del nervosismo visto in campo, vedi ammonizioni ed espulsioni, che hanno poi prevalso sulla qualità del gioco delle due squadre.

I tre punti, pesanti e molto importanti a questo punto della stagione, se li prende il Cosenza di Braglia che, rispetto al Crotone, vede l’obiettivo salvezza molto più vicino del Crotone di Stroppa, ancora a soli tre punti dalla zona play-out.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here