Non appena lo abbiamo saputo ci siamo detti sorridendo: “finalmente una bella notizia. La pubblichiamo subito”.

Certo, non di quelle che ci cambiano la vita con la bacchetta magica, ma che quantomeno ci risollevano il morale, autorizzandoci ad un cauto ma incoraggiante ottimismo.

Si perché diciamocelo, non capita purtroppo tutti i giorni dire o scrivere qualcosa di positivo, che abbia a che vedere con la nostra realtà e con la città in cui viviamo.

E allora ne approfittiamo, con l’auspicio che le belle notizie arrivino a pioggia, e non col contagocce.

Tipo quella che vi stiamo per consegnare, e che ha a che fare con due turisti tedeschi con bimbo, che sono arrivati nella nostra città, scegliendola dunque, col primo volo Norimberga-Crotone, e per trascorrervi una vacanza di quattro giorni.

Una bella vacanza, piacevole, serena e molto interessante quella trascorsa a Crotone da Sem, An ed il loro piccolo di otto mesi.

Quattro giorni sono infatti bastati, per far scoprire alla famigliola tedesca quanto di buono possono offrire Crotone ed il suo territorio: accoglienza, cibo, clima, paesaggio e cultura.

Sarebbe a dire, tutte le componenti giuste e necessarie per rendere gradevole ed interessante la visita e la sosta in una nuova città.

E, pur consapevoli che in quanto a turismo c’è ancora molto da fare e da costruire, prendiamo però atto che questa nostra città piace, e possiede un patrimonio storico-culturale e paesaggistico importante e prezioso che va assolutamente tutelato, sfruttato e trasformato in economia e ricchezza.

Intanto, sistemati in un accogliente B&B cittadino, “L’Isola di Gaia”, i tre ospiti tedeschi hanno riempito le loro giornate crotonesi fra shopping, cene a base di pesce, visite a musei e bellezze archeologiche del territorio, (tranne purtroppo il Castello di Carlo V), e addirittura un non previsto ma graditissimo bagno in mare fuori stagione.

Certo, le carenze, i difetti ed i problemi che tutti noi conosciamo e viviamo quotidianamente non sono passati inosservati ma, almeno per qualche giorno, evidentemente “oscurati” e superati dalle grandi bellezze, naturali e non, che Crotone sa e può offrire.

Facciamo in fretta allora, fate in fretta. Restituiteci una Crotone finalmente bella, dentro e fuori, vivibile e ricettiva.

Gli esempi ed i modelli positivi e virtuosi ci sono, e ci hanno dimostrato che tutto è possibile quando lo si desidera fortemente.

Basta crederci e lavorare. Chi governa in primis, ma nessuno escluso.

Perché Crotone è di tutti, anche di coloro i quali in un futuro speriamo prossimo, decideranno di viverla a 360 gradi, per poi raccontare al mondo di quanto è bella…

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here