(Pagina Facebook del Comune di Crotone)

Il saluto del sindaco Pugliese a nome della città di Crotone ai partecipanti al Convegno Internazionale di Teleneuroriabilitazione.

Gentilissimi ospiti, benvenuti nella città di Crotone.
Il saluto che rivolgo agli organizzatori, ai relatori, a voi tutti gentili partecipanti non vuole essere di circostanza.
In questo momento rappresento l’orgoglio di una intera comunità che ospita un evento scientifico di così grande spessore che rende Crotone capitale mondiale della Teleneuroriabilitazione.
Questo appuntamento ha suscitato non solo negli addetti ai lavori ma in tutta la cittadinanza e la sua provincia un interesse crescente e meditato.
Questo interesse è il segnale che indica una nuova sensibilità che supera il tecnicismo, rispetto ai temi della ricerca, della innovazione in campo medico – scientifico, della medicina in generale.
Questo sentire comune è in linea con l’interesse e l’attenzione che l’amministrazione Comunale e la Provincia di Crotone, che rappresento come sindaco della città e presidente della Provincia, rivolge ai temi che saranno trattati in questo appuntamento.
La sanità è un tema che coinvolge tutti i cittadini e la pubblica amministrazione.
Questo interesse è strettamente correlato con il ruolo che gli Enti Pubblici sono chiamati ad assumere in questa fase epocale di rapidi cambiamenti.
Il lavoro che voi conducete rafforza il tessuto sociale, è elemento di consolidamento istituzionale.
La volontà specifica che viene espressa nelle premesse di questa conferenza, quella di condividere le informazioni e creare una rete mondiale di studiosi che si occupano dello specifico settore della Teleneuroriabilitazione, risponde pienamente al criterio che deve caratterizzare ogni organizzazione scociale: creare una rete di rapporti.
Mi permetto di evidenziare che è la concezione esemplificativa della visione che come amministratore ho della società.
Una società è più forte quando si basa sulla condivisione.
Insieme si è più forti.
Per questo è forte il senso di gratitudine di Crotone per aver voluto questo incontro nella nostra città.
Il fatto che una conferenza, di questo profilo, su un delicatissimo ed aggiungo innovativo tema si svolga a Crotone e sui presupposti ai quali ho fatto prima riferimento è un segnale importante.
Sono fiero che la volontà di dare solide basi a questo percorso scientifico ed aggiungo culturale ad un tema così rilevante avvenga qui.
Non c’è nessun dubbio che la nostra città debba esservi grata per questa iniziativa alla quale guarderemo con grande attenzione non soltanto noi ma il paese intero ed il mondo ai risultati di questo confronto.
Questa oltre ad essere la città di Pitagora, è la città di Alcmeone, di Democede, dove la scienza medica ha avuto la sua culla.
Una città che, con simpatia ed amicizia vi apre, anzi vi spalanca le porte.
Apre la sua mente all’ascolto di medici ed aggiungo di uomini, professionali e sensibili.
Perché chi esercita la vostra attività è iscritto di diritto alla scuola di Democede di cui si diceva: “figlio di Callifonte, medico che esercitava la sua arte meglio di tutti i suoi contemporanei, uomo di Crotone”
Lo sviluppo della scienza non può e non deve portare la medicina a distogliere il suo fine principale che è la cura e l’attenzione del malato.
Lo dico riferendomi anche all’istituto S.Anna dove il paziente è prima di tutto una persona con la P maiuscola
Istituto S.Anna che è unanimemente riconosciuto come un grande centro di eccellenza non solo in Calabria ma in tutto il paese.
Attraverso i temi che dibatterete in questi giorni rappresentate la testimonianza che ogni sforzo terapeutico è sempre finalizzato ad assumere il suo profondo e reale significato: il rapporto che si stabilisce tra medico e paziente che porta a prendersi cura della persona malata.
Un paziente non è mai “incurabile” perché ha sempre vicino un medico.
Rinnovo a tutti voi il ringraziamento più sentito per aver scelto la città come sede di questo importante appuntamento e vi auguro buon lavoro.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here