Che tristezza.

Che desolazione.

Che assoluta mancanza di rispetto.

Perché le istituzioni si sono “dimenticati” di lui?

A trentotto anni dalla sua tragica scomparsa infatti, 2 giugno 1981, nessuno e sottolineiamo nessuno, stranamente ed ingiustificatamente, si è ricordato dell’anniversario della prematura morte di Rino Gaetano.

Senza ombra di dubbio il crotonese più illustre e famoso della storia contemporanea.

Non ce ne vengono in mente altri della stessa fama e grandezza artistica in questo momento.

Eppure, purtroppo, Rino continua a rimanere “solo”, proprio nella sua città.

Quella dove è nato, quella dove il cielo dovrebbe essere “sempre più blu”.

Ma non è così, evidentemente.

Due righe sensate, un ricordo, una visita alla sua statua nella piazzetta a lui dedicata.

Un fiore. Nulla.

E poi invece, litigano per il suo ukulele, mentre la targa, ingiallita ed arruginita non si legge quasi più…

Ciao Rino, “figlio unico” di una città che forse non è mai stata la tua.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here