Riceviamo e pubblichiamo

In investimento consistente quello che Italgas sta effettuando in città, supportata dal Comune di Crotone, per la metanizzazione di un quartiere ad alta densità abitativa come Farina.

Non solo una infrastruttura importante ma una vera e propria opera di civiltà condivisa dall’Amministrazione Comunale

Un intervento reso possibile anche grazie al positivo dialogo instaurato tra Comune e Italgas che questa mattina è proseguito con l’incontro nella Casa Comunale, nel quale sono stati illustrati i dettagli dell’intervento a cura della Società.

Più nello specifico, per Farina è prevista la realizzazione di ulteriori 5.000 metri di rete di distribuzione di gas naturale, che si vanno ad aggiungere ai 1.500 metri già realizzati. In questo modo sarà garantita la fornitura di metano all’80% del quartiere con l’obiettivo, discusso nel corso dell’incontro, di estendere al più presto la rete metanifera a tutto l’abitato.

Una attività che si traduce in risparmio per i cittadini, maggiore efficacia in termini di riscaldamento e altri usi domestici e, non da ultimo, in sicurezza.

C’è poi un’altra importante innovazione che sta introducendo Italgas: con la realizzazione di nuove reti è prevista anche la predisposizione per gli operatori che vorranno installare la fibra ottica. Iniziativa che si inserisce perfettamente nella programmazione dell’Amministrazione Pugliese che sta lavorando per questo ulteriore servizio da mettere a disposizione della cittadinanza.

Nell’incontro si è anche auspicato da parte del sindaco di poter prevedere ulteriori investimenti da parte di Italgas per quartieri in espansione della città come Poggio Pudano, Margherita, Capocolonna, Gabella dove ci sono nuovi insediamenti abitativi e dove sarà importante per le famiglie avere la disponibilità di accedere a questo servizio.

Massima attenzione nei confronti dei cittadini ma anche garanzia, nell’interesse stesso della comunità, che saranno effettuati controlli sull’abusivismo edilizio oltre che prevedere forme di agevolazione per l’allaccio alla nuova rete metanifera.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here