E’ costante l’azione della macchina di Protezione Civile messa in campo dal sindaco Pugliese.

Mentre da un lato si rafforza sempre di più l’attività di informazione e di pronto intervento, che ha già dato notevole risultati, si lavora anche nel campo della prevenzione e della tutela del territorio.

Territorio che viene costantemente monitorato e studiato per prevenire le eventuali criticità in caso di eventi atmosferici negativi.

Una notizia importante in questo senso, arriva per la zona di Margherita.

L’amministrazione Comunale aveva a suo tempo commissionato uno studio idraulico che evidenziasse tutte le criticità relative.

La zona ricade in area demaniale di competenza della Regione e l’amministrazione ha stabilito subito con l’ente regionale una sinergia finalizzata a mettere in campo interventi finalizzati alla messa in sicurezza dell’area dove sorgono numerose abitazioni.

Anche con il Consorzio di Bonifica Ionio Crotonese si lavora intensamente per le medesime finalità.

Lo studio idraulico realizzato dal Comune ha messo in evidenza la necessità di intervento sui torrenti Ponticelli e Fallao.

Studio che è stato trasmesso alla Regione Calabria, Dipartimento Infrastrutture – Lavori Pubblici e Demanio Idrico che si è rivelato fondamentale per avviare le procedure di intervento come comunicato dalla stessa Regione che ha evidenziato che gli interventi da attuare debbano prioritariamente prevedere la messa in sicurezza del territorio attraverso la realizzazione di opere strutturale finalizzate alla mitigazione del rischio idrogeologico.

Nella stessa nota la Regione, nel rivolgersi al Consorzio di Bonifica in qualità di Ente avvalso per la realizzazione dell’intervento, chiede che lo stesso per nella attuazione degli interventi tenga conto delle risultanze dello studio sul rischio idraulico condotto dal Comune di Crotone dando priorità agli interventi di mitigazione del rischio.

Arriva ancora una risposta positiva per la comunità in tema di Protezione Civile, un settore che vede il sindaco Pugliese impegnato in prima persona e che può contare su una struttura rodata e sempre in costante contatto con il territorio, grazie alla sinergia che si è creata con le associazioni di volontariato di Protezione Civile ed allo stesso tempo con tecnici del Comune che lavorano, come nel caso specifico di Margherita, anche sul tema della prevenzione.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here