Riceviamo e pubblichiamo

L’assessore alla Cultura Valentina Galdieri ha chiesto alla Soprintendenza Archeologica di avviare le procedure per l’intervento conservativo dello stemma di Carlo V ubicato nell’orto Tellini.

Obiettivo dell’assessore nell’ambito della attività di recupero dei beni storici è quello di restituire alla cittadinanza un vero e proprio simbolo della città.

Lo stemma che si trova su una facciata laterale del bastione della cinta muraria risalente al XVI secolo è già stato dichiarato di notevole interesse culturale.

Nella sua nota, indirizzata anche al privato proprietario dell’edificio dove insiste lo stemma, l’assessore evidenzia il cattivo stato di conservazione e la necessità di interventi urgenti di restauro conservativo al fine di garantirne la fruizione pubblica.

Allo stesso tempo ricorda che le norme vigenti prevedono che siano i privati proprietari, possessori o detentori di beni appartenenti al patrimonio culturale, a garantirne la conservazione ma che, allo stesso tempo, dispone che lo Stato assicurino e sostengano la conservazione del patrimonio.

Nella sua nota l’assessore aggiunge che se gli interventi sono di particolare rilevanza il Ministero può concorrere alla spesa fino al suo intero ammontare.

Nella nota l’assessore conclude chiedendo alla Soprintendenza di avviare le procedure valutative finalizzate ad un intervento conservativo dello stemma.

Non è solo un invito a prendere immediati provvedimenti per la salvaguardia dello stemma quello dell’assessore.

Il Comune si rende disponibile ad eseguire interventi di valorizzazione al fine di rendere maggiormente fruibile il bene in oggetto ed a contribuire al completamento dell’intervento di messa in sicurezza e restauro conservativo dello stemma.

Bisogna intervenire. Questo è chiaro perché lo stemma di Carlo V rappresenta non solo un simbolo di un periodo storico importante della nostra città ma anche un bene che deve essere restituito alla fruizione della comunità cittadina. Noi siamo impegnati in questo senso con tutto il patrimonio culturale e storico della città. Nel caso specifico oltre a chiedere alla Soprintendenza l’intervento ci siamo dichiarati disponibili a valorizzare il sito. Non solo lo Stemma ma anche Orto Tellini debbono ritornare ad essere patrimonio della città” dichiara l’assessore Valentina Galdieri

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here