Riceviamo e pubblichiamo

È alla fine della bella stagione che la nostra amata Crotone, si veste di malinconia, salutando le sue splendide spiagge e i litorali caratteristici che hanno fatto da cornice a numerosi cittadini e turisti, lasciando spazio ai colori e ai viali alberati dell’autunno. Ció che ci preme nella nostra attivitá di “cooperazione e sviluppo” è anzitutto il rispetto per l’ambiente in cui viviamo e la sua valorizzazione.

Oggetto primo che ci siamo prefissati e che, grazie all’interesse straordinario eseguito in prima persona dall’assessore al verde pubblico Pisano Pagliaroli , insieme ai suoi collaboratori, sono traguardi di ordinaria manutenzione, ripristino e riqualificazione di aree verdi rimaste per diverse stagioni fuori uso, realizzando al contrario,compiti concreti nella sua giovane carica, rendendosi responsabile di fronte all’opinione pubblica, non senza successo e positivo riscontro. “Molto è stato fatto , ma molto ancora bisogna fare”, questo lo slogan che ci accompagnerà per rendere Crotone un luogo speciale da condividere.

L’urlo del degrado di Orto Tellini, è stato solo un richiamo per poterci reinventare, dove con successo ne abbiamo fatto punto di partenza. Comportarci da lascivi e imputare la politica sulle mancanze solo a carattere verbale e proteste varie, non basta. Occorre collaborare insieme per ottenere risultati attesi, questa la nostra missione.

La cosa piú bella che ci potesse capitare, è avere la consapevolezza di vivere in una cittá vista mare, con un clima mite pronto a farci godere lunghe passeggiate anche in inverno e tenerci in forma gratuitamente in spazi pronti a regalare ossigeno e libertá. Parco Pignera e la sua adibizione a “palestra all’aperto”, rappresenta parte di questo progetto di benessere-culturale in riferimeto, al Museo Pitagora in loco e alla salute, attraverso la cura per le sue immense estensioni verdi.

Settembre , lascia spazio così a nuovi inizi, nuova speranza diventa godersi quei luoghi anche nelle stagioni piú fredde, mettendo in atto le potenzialitá di diversi punti d’incontro, da sempre esisititi, messi in ombra dallo stato di non curanza e abbandono.

Il miglioramento della passerella, priva di illuminazione adeguata, con crepe visibili e pericolose, sarebbe una nuova medaglia da custodire per la posizione geografica che naturalmente ne detiene. Ci auguriamo che questo nuovo potenziale, diventi un nuovo obiettivo da raggiungere e condividere insieme, per dare vita, forma e colore alla nostra cittá con questa immagine suggestiva per accompagnare il grande progetto di “Antica Kroton”.

Giusy Iannice, responsabile ufficio stampa: Associazione Fare Insieme

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here