PESCARA: 1 Fiorillo, 2 Campagnaro, 3 Del Grosso, 7 Cisco, 8 Memushaj, 11 Galano, 18 Bettella, 19 Maniero, 24 Machin, 27 Zappa, 37 Kastanos. A disp.: 22 Farelli (GK), 6 Scognamiglio, 10 Brunori, 13 Ciofani, 16 Drudi, 23 Di Grazia, 25 Crecco, 29 Borrelli, 31 Busellato, 39 Ingelsson, 40 Masciangelo, 41 Bocic. All. Zauri

CROTONE: 1 Cordaz, 5 Golemic, 6 Gigliotti, 10 Benali, 14 Crociata, 17 Molina, 18 Barberis, 23 Mazzotta, 25 Simy, 30 Messias, 34 Marrone. A disp.: 12 Figliuzzi (GK), 22 Festa (GK), 7 Mustacchio, 9 Nalini, 11 Vido, 13 Bellodi, 19 Gomelt, 20 Maxi Lopez, 21 Zanellato, 28 Rutten, 29 Panza. All. Stroppa

Come si diceva un tempo, il Crotone vince e convince.

Passa all’Adriatico di Pescara con grande autorevolezza, rilancia la sua classifica raggiungendo quota 11 punti, e con essa le ambizioni di un campionato da protagonista, come da programmi e pronostici.

Primo tempo.

Benali gol al minuto n. 18. Troppo facile per lui nel cuore dell’area di rigore battere Fiorillo su passaggio di Simy.

Cosi come è abbastanza agevole il modo in cui il Crotone tiene in mano il pallino del gioco, meritando il vantaggio, nonostante qualche sortita offensiva dei padroni di casa.

Stesso copione nella seconda frazione di gioco, che si apre proprio con il raddoppio del Crotone, ancora ad opera di Benali, che al 56′ batte Fiorillo di testa sugli sviluppi di un calcio d’angolo, 0-2.

Pescara stordito e fischi di disapprovazione dei tifosi che piovono dagli spalti.

Ancora e solo Crotone (troppa la differenza in campo fra le due squadre), che all’85’ trova il terzo gol con Crociata, che capitalizza un’azione da manuale condotta da Maxi Lopez e Messias, 0-3 e gara virtualmente conclusa.

Solo una squadra in campo questa sera, il Crotone di Stroppa.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here