CROTONE: 1 Cordaz, 5 Golemic, 6 Gigliotti, 7 Mustacchio, 14 Crociata, 17 Molina, 18 Barberis, 21 Zanellato, 25 Simy, 30 Messias, 34 Marrone. A disp.: 12 Figliuzzi (GK), 3 Cuomo, 8 Spolli, 11 Vido, 13 Bellodi, 15 Itrak, 19 Gomelt, 23 Mazzotta, 24 Rodio, 26 Evan’s, 28 Rutten. All. Stroppa

ASCOLI: 33 Leali, 5 Pucino, 6 Troiano, 7 Cavion, 9 Scamacca, 15 Gravillon, 17 Da Cruz, 19 Padoin, 23 Brosco, 25 Gerbo, 30 Brlek. A disp.: 1 Lanni (GK), 22 Novi (GK), 2 Valentini, 3 D’Elia, 4 Ferigra, 8 Petrucci, 10 Rosseti, 14 Piccinocchi, 18 Chajia, 21 Beretta, 27 Laverone, 32 Ardemagni. All. Zanetti

Reduce da due sconfitte consecutive, il Crotone di Stroppa conquista i tre punti, battendo meritatamente 3-1 un buonissimo Ascoli allo Scida, e in attesa delle altre gare, raggiunge il secondo posto in classifica, a tre lunghezze dalla capolista Benevento

Prima frazione di gioco in cui, tranne che in qualche fase, praticamente fa tutto il Crotone, con le pregevoli reti rossoblù di Crociata e Simy, ma anche quella dell’Ascoli con uno sfortunato autogol di Marrone.

Per il resto un Crotone abbastanza sicuro di sé, sempre pericoloso e concreto, e bianconeri di Paolo Zanetti sotto nel punteggio e sul piano del gioco, ma comunque sia sempre pungenti ed in partita.

Secondo tempo sicuramente meno spettacolare del primo, ma tuttavia più intenso e combattuto sino a pochi minuti dalla fine.

Crotone sempre lucido e presente, e Ascoli che gioca a viso aperto, procurando più di qualche pericolo ai padroni di casa che nel finale di gara però, trovano il gol della sicurezza con un tiro cross vincente di Mazzotta, 3-1.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here