Riceviamo e pubblichiamo

Come già noto, a seguito degli eventi che hanno travolto la Piscina Olimpionica Comunale di via Giovanni Paolo II, a Crotone si è costituito il Comitato “Piscina, bene comune”, con l’unico e solo fine di vigilare su un bene pubblico di rilevante importanza per la città, sia dal punto di vista sportivo che sociale.
Gli ultimi avvenimenti inerenti la vicenda hanno confermato l’utilità e la necessità del neonato Comitato: la determina dirigenziale con cui è stato annullato l’Avviso Pubblico per l’assegnazione degli spazi d’acqua dell’impianto natatorio, ha sancito l’abbandono dell’impianto da parte dell’Amministrazione Comunale.
Il rischio che i beni mobili – motori, centraline, impianto di allarme – contenuti nell’impianto sportivo vengano disinstallati è sempre più concreto; la mancanza del servizio di guardiania e di manutenzione, già attuale, espone il bene a rischi evidenti sia di usura che di saccheggio.
E’ per questo che, condividendo a pieno il pensiero del Commissario Prefettizio, dott.ssa Tiziana Costantino, “non si può perdere un minuto di tempo”, abbiamo immediatamente inoltrato una richiesta di incontro sia al Prefetto che allo stesso Commissario, al fine di confrontarci ed elaborare soluzioni virtuose che possano garantire lunga vita ad un bene comune – risorsa della nostra città -, nell’interesse dell’intera collettività crotonese.
Speranzosi che gli intendimenti comunicati al momento dell’insediamento sia del Prefetto che del Commissario Prefettizio si possano concretizzare in breve tempo, rimaniamo fiduciosi di essere invitati a conferire con le Istituzioni di questo territorio.
Crotone, lì 09.12.2019
Comitato
“Piscina, Bene Comune”

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here