“Quella di oggi è anche l’occasione giusta per conoscerci meglio.

Sono Vanessa Taverna e sono in prima linea per portare avanti le mie idee, grazie all’opportunità che mi è stata dall’onorevole Parente, che mi ha inserita in una lista forte che potrebbe portare alla vittoria la nostra candidata a presidente Jole Santelli.

La seconda lista a supporto della prima, che è un mix di professionalità e di competenza”.

Queste le prime dichiarazioni della candidata della lista “Casa della Libertà” Vanessa Taverna, in occasione della conferenza stampa tenuta questa mattina presso la sua segreteria elettorale di Crotone.

“Mi metto in gioco e lo faccio soprattutto per la mia città, consapevole di essere un’anonima si, ma che possiede però una ottima esperienza amministrativa, accumulata in tanti anni di servizio al Comune di Crotone, e anche tanta voglia di fare bene.

La mia esperienza mi ha fatto capire infatti che il legame fra la Regione e il Comune è fondamentale, e il mio obiettivo è quello di snellire l’attività burocratica amministrativa, anche attraverso l’istituzione di corsi di formazione obbligatori per il personale della Regione.

Per quanto riguarda invece gli altri problemi, credo che la mobilità, il diritto ai trasporti, alla sanità, tecnologie nuove, aiuto alle imprese ed alle biotecnologie, hanno la priorità su tutto.

Ovviamente è più che mai necessario il rilancio di Crotone, che non può restare fuori dal programma elettorale, e quindi chiunque riuscirà ad essere eletto, dovrà andare a lavorare per Crotone e per il suo territorio.

Piuttosto, sono molto preoccupata per l’aria di astensionismo che si respira a Crotone, e penso quindi che prima di parlare di candidature a sindaco, divremmo aspettare il 27 gennaio, dopo di che decidere cosa fare per il Comune.

Non è una cosa semplice e agevole fare il sindaco a Crotone, perché la politica si fa soprattutto con la mente, pensando prima di ogni cosa che la destra e la sinistra devono andare d’accordo per poter ben governare.

Tornando alle regionali, invito tutti ad andare a votare una persona di Crotone, e a venire a parlare con me, perché la politica nasce soprattutto dal confronto con la gente e ascoltando la gente”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here