“Il nostro gruppo sta lavorando molto per Crotone, e spera quindi di avere un nuovo rappresentante alla Regione, e Crotone e la sua provincia in questa tornata elettorale sono molto vicine a Baldo Esposito.

E nonostante i tempi tecnici per contattare tutti purtroppo non ci sono, noi saremo sicuri testimoni di Baldo Esposito, perche abbiamo bisogno di avere delle certezze e delle necessità.

Un tuo impegno qui Baldo, è piu che mai necessario, e sono dunque sicuro che i nostri elettori ci premieranno”.

Così, Giovanni Capocasale (Krotone da Vivere), durante la conferenza stampa crotonese del candidato a consigliere regionale Baldo Esposito, accompagnato per l’occasione dal Senatore Piero Aiello.

Baldo Esposito: “Piero Aiello è il mio mentore e per questo lo ringrazierò sempre.

Krotone da Vivere non è solo civismo, ma è civismo che guarda attentamente alla politica, e credo di aver fatto più km in questo territorio che in quelli di Catanzaro e Vibo Valentia, e tutto ciò soprattutto grazie a Giovanni Capocasale.

Lui è un amico, ha fatto una seria riflessione e per il bene comune ha deciso per un passo avanti e non indietro, e allora non ho esitato e sono salito su di una macchina che era già accesa.

Spendo più tempo nel territorio di Crotone, perché questi amici ci stanno mettendo la faccia, e anche perché ho preso coscienza che c’è una maggiore criticità a Crotone e nella sua provincia che in tutte le altre province calabresi.

E non mi riferisco solo alla millantata bonifica, un alibi per chi in questo territorio non vuole fare niente, e né solo all’aeroporto, ma anche e soprattutto alla sanità, e al diritto alla salute, una vera e propria emergenza.

La situazione è drammatica, e bisogna assolutamente riscrivere il piano di rientro come fatto propedeutico alla fine del commissariamento, dando risposte immediate e sicure ai cittadini.

E se siamo arrivati a questo, è perché Mario Oliverio ha fatto solo il presidente della Provincia di Cosenza.

Chi lo ha detto che a Crotone non si può votare un catanzarese?

Voi votate loro, e di conseguenza me.

Io non sono miope e né sordo alle necessità di questo territorio, perché si è prima consiglieri regionali, e poi catanzaresi e crotonesi.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here