Il post “rompighiaccio”, pubblicato qualche ora fa sul suo profilo Facebook, da Ugo Pugliese, attraverso il quale l’ex sindaco di Crotone si affida ad un particolare pensiero di Oriana Fallaci.

Vecchi assilli o rancori personali non ancora superati, oppure primi sussulti politici che stanno riaffiorando?

“Io non so perdonare.
Né perdonare né dimenticare.
È uno dei miei più grandi limiti forse,
e il più lugubre. E meno che mai so
perdonare quando una ferita mi è stata
inferta da persone dalle quali mi
aspettavo affetto, tenerezza, o sulle
quali mi facevo illusioni positive.
Ciò non significa, naturalmente, ch’io dichiari guerra o resti in guerra con coloro che mi hanno ferito. Significa che quelle persone le liquido. Le cancello dai miei pensieri, dalla mia vita. Se le incontro per strada le saluto, in alcuni casi ci scambio una parola, ma è come se mi rivolgessi ad un’ombra. Esse non esistono più.
Non v’è uomo o donna colpevole verso
di me che non sia finito nella
Siberia dei miei sentimenti”.

New York, 27 aprile 1978

– Oriana Fallaci –

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here