Riceviamo e pubblichiamo

Laboratorio: “Niente caccia alle streghe sullo sport”

Il Tar Calabria accoglie il ricorso del Consorzio Momenti di Gloria e della associazioni sportive che utilizzano il Palamilone, annullando così il provvedimento dirigenziale del 17 gennaio 2020 del Comune di Crotone per la restituzione dell’immobile. La procedura e la difesa delle ragioni del Consorzio sono stati egregiamente curate dagli avvocati Fabrizio Meo e Antonello Irtuso.
Che fosse in atto un tentativo di utilizzare lo sport per una caccia alle streghe a discapito degli atleti e dei crotonesi è stato certificato oggi da TAR.
Nessuna occupazione sine titulo ha sentenziato il TAR, e quindi qualcuno in Comune ha scambiato atti, procedimenti e provvedimenti amministrativi per un mezzo da utilizzare per dettare una linea sicuramente non amministrativa, ma quasi certamente politica.
Difendere la città, tutelare le istituzioni e quindi anche la legalità non può essere vessillo o prerogativa di chi giorno dopo giorno sta dimostrando, con atti e fatti, di non esserne in grado.
Lo abbiamo scritto qualche settimana fa: chiudere gli impianti sportivi non è la soluzione.
Che il settore debba essere regolamentato è chiaro, e che qualcuno tentando di farlo abbia pagato un prezzo troppo caro è altrettanto evidente, ma come detto il tempo è galantuomo!
Chi oggi amministra la città invece di perseguire e seguire logiche repressive, indichi, tracci un percorso amministrativo per regolamentare il settore.
Lo sport a Crotone, in questa realtà è stato opportunità di crescita e di emancipazione umana, sociale e anche culturale, oggi qualcuno sta maldestramente cercando di trasformarlo nel  “problema” di Crotone, una città che ha ben altri problemi, ben altri disastri, ben altre emergenze.
Lo ribadiamo….Per fare ordine nel disordine occorre avere soluzioni. Analizzare i problemi, trovare soluzioni e agire di conseguenza nell’interesse della città questa è la vera rivoluzione di cui ha bisogno Crotone. 
Laboratorio Crotone – Idee in Rete

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here