Riceviamo e pubblichiamo

Il virus immune alla fiera crotonese.

L’associazione Libere donne chiede piu sicurezza ed attenzione sul problema coronavirus al Prefetto. 
Non voglio pensare che qualcuno si sia preso beffa dei crotonesi per colpa di un interesse economico, (perche i parcheggi dai commercianti ambulanti della fiera vengono pagati) e non si sia reso conto che far aprire la fiera svoltasi in data 5 marzo ha messo in serio pericolo la vita  di tutti i cittadini crotonesi con un probabile contagio.

UNA DISATTENZIONE grave,visto che le scuole sono state chiuse.
Per evitare l’espandersi dell’epidemia in via precauzionale.
Eh già, perché questi commercianti arrivano da tante parti d’Italia e non sappiamo se il virus si è incubato in qualcuno di essi.
Ma la cosa che mi  fa più pensare è stato il fatto che al mercato c’era tanta gente, come al solito alcuni crotonesi non hanno la consapevolezza del grave momento di crisi sanitaria che stiamo vivendo.
Il pronto soccorso ha applicato il protocollo avviato dal Ministero, e come  esso in alcune farmacie, che sono provvisti di mascherine.
Allora come mai la gente continua a camminare come se in tutta Italia non sta succedendo nulla?
Non è una questione  di seminare paura, No signori bisogna stare con i piedi per terra.
Il Coronavirus sta “galoppando”.
Arriverà a Crotone perchè già a Cosenza  che dista solo 2 ore da noi è presente e inoltre continuano ad arrivare pullman stracolmi di studenti che rientrano da tutta Italia,senza  che avvengano  i dovuti controlli.
L’associazione chiede Alle istituzioni ed al Prefetto di vigilare di più  e di punire chi mette a rischio la vita  dell’intera comunità,
Non è un mistero che non abbiamo un reparto di rianimazione pronto per affrontare un epidemia del genere, che non c’è abbastanza ossigeno in ospedale per intervenire, per salvare le vite dei crotonesi.
Che non c’è abbastanza personale Per contenere questo problema sanitario.
Evitateci di farci vedere morire i nostri cari, attiviamo i protocolli d’emergenza prima, e chiedete aiuto allo Stato, 
non è allarmismo! 
Qui manca tutto!
Mancano mascherine, camici, e visiere e non mi  rimane che dire:
“Speriamo che me la cavo!”

Caterina Villirillo

Associazione Libere Donne

Crotone

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here