Riceviamo e pubblichiamo

“Mentre in citta’ stenta a decollare  la campagna elettorale , con le coalizioni impegnate a trovare il candidato ideale,  e mentre si fa sentire la calura estiva e il Covid  sembra essere diventato un brutto ricordo, la rete fognaria  cittadina sgorga liberamente e alla luce del sole  in pieno centro  ,  nell’indifferenza generalizzata e a discapito dei cittadini. Fogna, mancanza d’acqua e rifiuti sembrano essere diventati i segni distintivi della nostra carta d’identità di improbabile e improponibile  “città turistica”. 

Mi chiedo . Come mai tutte le squadre di controllo delle varie aziende che dovrebbero verificare il buon funzionamento dei servizi essenziali  non vedono nulla ? E’ possibile che nessuno veda ciò che succede in città?

E’ possibile che aziende nate per gestire questi servizi e  che ci costano milioni di euro all’anno  possano permettere ciò senza muovere un dito ? E allora ? Allora buone vacanze  a tutto coloro che per ignavia e balordaggine hanno permesso tutto questo . Scappando quando era il caso di resistere e di continuare a resistere nell’esclusivo interesse dei cittadini. Ma questa è un altra storia che avremo modo di raccontare  durante la competizione elettorale in autunno”.

Giovanni Procopio

Ex consigliere comunale

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here