Iniziamo dal nostro titolo: “A Crotone si bruciano i libri ma si sventolano le bandiere”.

In pratica, realisticamente e molto tristemente, partiamo da qui per chiuderla qui. Perché pensiamo che questa foto, che riassume fedelmente quanto accaduto sabato notte e quest’oggi, sia la perfetta sintesi della nostra società.

Scendiamo e riempiamo all’inverosimile la piazza centrale della città, impazziti di gioia per la nostra squadra di calcio, (nulla da dire), allo stesso tempo però, in modo molto superficiale, vandalico e spregiante, bruciamo dei libri in spiaggia come se nulla fosse.

E insieme ad essi, molto probabilmente, quella tanto decantata voglia ed appartenenza storico-culturale che di fatto non ci interessa e non ci rappresenta più di tanto.

Badate bene però, il calcio, anche se di Serie A, legittimo orgoglio per la maglia a parte, resta pur sempre uno sport, che aiuta sicuramente a promuovere e veicolare il nostro territorio, ma tuttavia con vantaggi e limiti oggettivi che tutti conosciamo.

Allora, senza dilungarci più di tanto, ci affidiamo ad un esempio con la E maiuscola: Matera. Li dove anche i sassi “parlano” il linguaggio della cultura.

E queste, sono le amare riflessioni di Pamela Presti, del direttivo dell’associazione crotonese MutaMenti, (presidente Patrizia Pagliuso), protagonista positiva dell’iniziativa della biblioteca in spiaggia.

“La nostra biblioteca in spiaggia, intende offrire un servizio di cultura ai cittadini che quotidianamente frequentano le spiagge libere, e contiene volumi belli, recenti e molto interessanti. Il nostro obiettivo infatti, è quello di promuovere e favorire la lettura in città.

E stamattina abbiamo purtroppo scoperto che una delle cassette porta libri posizionate nel pezzo di spiaggia prima del lido Poseidon, è stata usata da qualche incivile come falò, e diversi volumi sono andati bruciati. Fortunatamente non tutti i crotonesi sono cosi. E la foto che abbiamo scattato questa mattina credo lo dimostri pienamente”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here